In Veneto le case di riposo riaprono alle visite dei parenti

Ad annunciarlo ieri il governatore Luca Zaia, il quale ha chiarito che spetterà alle strutture disciplinare gli accessi.

Le case di riposo del Veneto, chiuse agli ingressi dall’8 marzo per l’emergenza Covid, riapriranno da lunedì 1 giugno alle visite dei familiari e dei parenti degli anziani ospiti. Lo ha annunciato ieri il presidente Luca Zaia, spiegando che la Regione ha fornito le linee di indirizzo per l’accoglienza dei nuovi ospiti e l’accesso di familiari e visitatori; poi, nel rispetto dell’autonomia di queste, spetterà alle strutture residenziali extraospedaliere – sono 330 in Veneto, con 30mila ospiti – disciplinare gli accessi.

Zaia, che si è detto favorevole alla proposta del Consiglio regionale di aprire una commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza nelle Rsa, ha ricordato che accanto ad un 25% di strutture che hanno registrato tassi di infezione più o meno elevati, e ad una ventina di esse che hanno avuto un alto numero di vittime, in Veneto il 75% delle case di riposo non ha avuto alcun contagio. (Ansa)