«In cantiere tanti progetti da portare a termine»

Paola Bressan, consigliera uscente e candidata con Sboarina Sindaco-Battiti, racconta la sua storia politica ai nostri microfoni, dalla passione per l'amministrazione al lavoro svolto con l'Arsenale e le Varianti.

Paola Bressan
Paola Bressan

Paola Bressan, consigliera uscente e candidata con Sboarina Sindaco-Battiti, racconta la sua storia politica ai nostri microfoni, dalla passione per l’amministrazione al lavoro svolto con l’Arsenale e le Varianti.

Lei si è avvicinata alla politica qualche anno fa, grazie a una petizione che fece nel suo quartiere, giusto?

Sì. Circa diciassette anni fa feci una petizione appena trasferita in Borgo Trento: i cittadini della mia via lamentavano un forte transito di autobus. Insieme a loro preparai questa petizione e la consegnai al Consiglio di 2^ Circoscrizione. Da lì intrapresi questo percorso politico-amministrativo, e venni notata da Damiano Zardini, già consigliere e collaboratore di Sboarina. Da qui partì tutto il mio percorso. Poi mi proposero di candidarmi e venni eletta in 2^ Circoscrizione, prima come commissaria e poi come consigliera. Fu un’esperienza molto importante e positiva, perché mi ha permesso di stare a contatto con la gente, ascoltare le loro esigenze e risolvere anche piccole cose ma in realtà di grande importanza.

Prima di questa petizione aveva mai pensato che la politica le potesse piacere?

In realtà ho un forte senso civico. La parte amministrativa della politica mi piace e attira moltissimo. La parte politica la vedevo come una cosa un po’ inavvicinabile a me, ma oggi vedo che anche attraverso ai social il politico e il cittadino sono più vicini e possono interscambiare idee e opinioni.

Dopo dieci anni di “palestra” in Circoscrizione è arrivata l’opportunità di candidarsi in Consiglio Comunale, nel 2017. Cos’ha provato la prima volta che è entrata in Sala Gozzi?

È stato un momento di grande emozione. C’era del timore, ma poi fui accolta con un grande applauso e fu molto bello. Entrare in quella sala ti dà una forte emozione e ti fa capire l’importanza di quello che stai andando a fare. Servire 260mila abitanti dà un forte impatto e senti una forte responsabilità.

Lei in Comune ha avuto diverse deleghe, in particolare si è occupata dell’Arsenale. Avete cercato di dare delle risposte concrete su questo tema…

Dalla Circoscrizione ho avuto modo di sentire le richieste del Comitato Arsenale, di mantenere innanzitutto che l’Arsenale fosse pubblico. Non erano mai state stabilite le funzioni però di questo luogo, quindi proposi al sindaco e all’assessora Segala di aprire questa concertazione. Questa proposta venne accolta e determinò il progetto definitivo dell’Arsenale. I cittadini hanno quindi portato il loro contributo con 67 progetti e quindi è stato un contributo importante. Sono poi arrivati 18 milioni di euro per la Palazzina di Comando, grazie ai fondi PNRR, che poi diventerà polo museale e biblioteca. Nella corte ovest arriverà poi l’Accademia di Belle Arti. Siamo contentissimi anche di questo traguardo. Abbiamo poi aperto per la prima volta i Forti alla città con visite guidate e abbiamo dato l’opportunità ai veronesi di fare delle proposte per renderli vivi.

Cosa l’ha motivata a ricandidarsi?

Abbiamo iniziato tanti progetti che vogliamo terminare. La continuità a un’amministrazione va data. Due anni e mezzo di pandemia hanno infatti inevitabilmente rallentato la progettazione.

Ha avuto un ruolo attivo anche con le Varianti. Ce ne vuole parlare?

Abbiamo terminato la Variante 23 con una rivisitazione molto importante, togliendo i centri commerciali che andavano a danneggiare il tessuto cittadino. Con la Variante 29 abbiamo lavorato tanto con l’assessora Segala. Abbiamo parlato con i cittadini attraverso gli imprenditori che avevano edifici in stato di degrado, che abbiamo convertito in nuova destinazione d’uso. Ci sono stati diversi elementi positivi che ci rendono orgogliosi di questa Variante.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv