Sei nuovi “nonni vigile” davanti alle scuole di Verona

Da domani sei istituti veronesi avranno dei nuovi "nonni vigile" a sorvegliare gli attraversamenti dei bambini, nel momento dell’ingresso e dell’uscita da scuola.

scuola covid-19 coronavirus zaia tamponi test classe

In arrivo sei nuovi “nonni vigile” davanti ad altrettante scuole cittadine. Istituti che da lunedì mattina avranno degli angeli custodi a sorvegliare gli attraversamenti dei bambini, nel momento dell’ingresso e dell’uscita degli studenti. I volontari, che in questi giorni stanno seguendo la formazione, prenderanno servizio davanti alle scuole Agli Angeli in via Battisti, Maggi in via Marconcini, Forti in via Badile, Pisano in via Lungolori ad Avesa, Massalongo in via dell’Artigliere e Pacinotti in via Palladio. E andranno a integrare i posti rimasti vacanti con il bando di inizio scuole, aggiungendosi così ai 42 nonni vigile già in servizio da settembre.

Leggi anche: “Nonni vigile”, obiettivo stop incidenti

La loro attività quotidiana davanti alle scuole rappresenta un supporto importante per la sicurezza degli studenti che entrano ed escono da scuola. Un servizio insostituibile, avviato dal Comune nel 1997, che da oltre vent’anni supporta la Polizia locale nella sorveglianza all’esterno degli istituti scolastici cittadini.

«Si tratta di un’attività molto delicata, che richiede attenzione e professionalità, ma anche sensibilità – spiega l’assessore all’Istruzione Maria Daniela Maellare -. Per questo non potremo mai ringraziare abbastanza questi uomini e donne che, ogni anno, mettono il loro tempo a disposizione della cittadinanza e della sicurezza dei più piccoli. Anche in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo».