IMU: il governo temporeggia, rinvio a settembre

<b>Mini rinvio, fino a settembre, e solo per la prima casa: il decreto legge che il governo varerà questo pomeriggio al momento lascerebbe fuori, secondo quanto si apprende da fonti parlamentari e di governo, capannoni e fabbricati.</b> La trattativa è però ancora aperta e non è escluso quindi che le misure possano essere ampliate.

<b>Un miliardo: </b>questo l’ammontare delle risorse che si potrebbero mettere in campo per la Cig in deroga. Le coperture, secondo quanto si apprende, arriverebbero da fondi per la formazione e la produttività. L’intervento (inclusi 800 mln già finanziati) ammonterebbe così a 1,8mld ma è probabile che non si trovi più di 1,5mld.

<b>L’Italia non rischia un default a ottobre, come teme Grillo, né dopo. Lo assicura il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni.</b>Dopo aver ricordato la crisi che il Paese ha vissuto negli ultimi decenni il ministro sottolinea come un momento di "particolare tensione" sia stata la fine del 2011: "ora la situazione ècompletamente diversa".

In Consiglio dei ministri si sarebbe raggiunta un’intesa per approvare le misure su Imu e Cig, ma l’orientamento sarebbe quello di rinviare al’approvazione dei provvedimenti all’inizio della prossima settimana allo scopo di approfondire alcuni aspetti tecnici.
<b>Le misure sul congelamento dell’Imu e sul rifinanziamento della Cig sono iscritte come "provvedimenti urgenti". </b>"Oggi si assumono decisioni politiche definitive", nel senso che tutti sono d’accordo sulla necessità di varare le misure, "ma si rimanda l’approvazione per approfondire alcuni aspetti tecnici", spiega una fonte ministeriale. In pratica, aggiunge un’altra fonte, "oggi si è svolto un ‘preconsiglio’ con l’illustrazione da parte del ministro Saccomanni dei provvedimenti e una prima discussione". L’approvazione, assicurano altre fonti di governo, "arriverà a inizio della prossima settimana, probabilmente lunedì o martedì".

Il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, assicura che <b>"c’é l’impegno a ridefinire la materia riguardante la tassazione sulle proprietà immobiliari entro 100 giorni dalla data di scadenza della prima rata dell’Imu.</b> Il consiglio dei ministri ha fatto un avvio della discussione sui due punti all’Ordine del giorno: il problema del rinvio della rata dell’Imu di giugno prossimo e della Cig che deve essere rifinanziata. Il governo vuole – precisa Saccomanni – intervenire con cognizione di causa, evitare provvedimenti affrettati". Su Imu e Cig "abbiamo preso l’impegno a chiudere entro la prossima riunione del Consiglio dei ministri: può essere anche domenica nell’ambito di questo ‘ritiro spirituale’ che dobbiamo fare".

<b>La Redazione</b>