Il vescovo di Verona Zenti saluta adolescenti e giovani al Meeting diocesano

Oggi al Palazzetto di Verona giornata di preghiera, riflessione e festa per 2.800 ragazzi della Diocesi di San Zeno. Per il Vescovo Giuseppe Zenti è l'ultimo grande evento prima dell'insediamento di monsignor Domenico Pompili sabato 1 ottobre.

Meeting adolescenti 2022
New call-to-action

Ripartono nel segno della tradizione le attività della Pastorale giovanile della Diocesi di Verona. Al Pala Agsm Aim di Verona, infatti, 2.800 giovani hanno dato vita allo storico Meeting adolescenti, il raduno ultra quarantennale dedicato agli adolescenti provenienti dalla provincia scaligera e dalla sponda bresciana del Lago di Garda (che ricade all’interno della Diocesi di Verona).

L’evento, organizzato dal Centro di pastorale adolescenti e giovani (Cpag) della Diocesi di Verona, è tornato alla normalità dopo due anni in cui era stato organizzato online con collegamenti in diretta dalle parrocchie.

LEGGI ANCHE: Sottopasso via Città di Nimes: eppur si muove

Meeting adolescenti 2022

Questa edizione è stata anche l’ultima per il vescovo Giuseppe Zenti, che ha presieduto la Santa Messa alle ore 12. Il posticipo dell’insediamento ufficiale del suo successore, mons. Domenico Pompili, a sabato 1 ottobre (inizialmente era previsto per il 24 settembre), infatti, ha fatto sì che questa domenica Zenti potesse salutare ufficialmente giovani e adolescenti riuniti all’interno del palazzetto dello sport.

Vescovo Zenti al Meeting adolescenti 2022
Il Vescovo Giuseppe Zenti al Meeting adolescenti 2022, alle sue spalle il direttore del Cpag don Giampaolo Melchiori

Nell’omelia il vescovo ha invitato i presenti a crescere coltivando la loro spiritualità: «siate paradiso, siate amore dentro di voi, perché se sarete amore, sarete una chiesa nuova, bella e giovanile».

Senza di te non si può fare era il tema di questa edizione 2022 dell’evento. Un tema che i giovani partecipanti sono stati chiamati a sviluppare nel corso della mattinata ascoltando alcune testimonianze di chi ha cambiato la sua vita facendo esperienza di una chiesa accogliente e presente.

«Ognuno è importante e insostituibile per costruire una comunità cristiana bella e attraente» ha poi spiegato don Giampaolo Melchiori, direttore del Cpag, «non sentitevi inutili o insignificanti, ognuno di noi è la tessera insostituibile di un puzzle prezioso quanto è la felicità che desideriamo. E allo stesso tempo ciascuno ha bisogno degli altri. È solo così che si costruisce la chiesa, quella bella in cui ci si sente custoditi e a casa: mettendo insieme quello che siamo, così come siamo, al meglio che siamo».

LEGGI ANCHE: “Le Iene” a Verona per il caso Citrobacter: «L’analisi genomica ce l’hanno da diversi giorni»

Nel corso della mattinata anche il sindaco di Verona Damiano Tommasi, l’assessore alle Politiche giovanili Jacopo Buffolo e l’assessora alle Politiche educative e scolastiche Elisa La Paglia hanno preso parte alla manifestazione. Dal sindaco l’invito a condividere l’entusiasmo e soprattutto i sogni, anche con le istituzioni, «perché condividerli vuol dire iniziare a far prendere loro forma. Bussate alle porte finché non si aprono, perché serve a noi e serve anche a voi per prendere in mano la vostra vita e renderla migliore di quello che ognuno di noi immagina».

Nel pomeriggio spazio all’animazione con balli di gruppo e giochi all’aperto.

LEGGI ANCHE: Verona, assunzioni in Comune per giovani laureandi

Meeting adolescenti 2022