Il Veneto resta in zona arancione

La Regione Veneto resta in zona arancione. Nessun cambio di fascia per il momento.

piazza erbe
Verona, piazza Erbe

Nessun “cambio di colore” per il Veneto, che resta in zona arancione. Il presidente della Regione Luca Zaia aveva ventilato oggi durante la consueta conferenza stampa la possibilità di un ritorno in zona gialla, pur rimettendosi alle decisioni dei tecnici.

«Vedremo cosa deciderà il Comitato, i dati sono buoni, non so ancora se passeremo in zona gialla. Il virus circola ancora, quindi potrebbero non esserci cambiamenti» era stato il suo commento.

I dati della situazione sanitaria a Verona e in Veneto

Il numero di persone in terapia intensiva in Veneto, fra positive e negative, è di 314, secondo il bollettino regionale aggiornato alle 17. Di queste 285 sono positive. A queste si aggiungono 1816 pazienti positivi in area non critica e 478 negativizzati, oltre ai 300 ricoverati nelle strutture territoriali.

Situazione Vaccini

Il Governatore del Veneto Luca Zaia ha specificato che, nonostante i tagli Pfizer, dalla prossima settimana si avranno a disposizione le dosi necessarie per fare i richiamo a coloro che hanno già cominciato il percorso vaccinale.

L’auspicio è quello di continuare quanto prima anche con le prime dosi di vaccino a coloro che non le hanno ancora ricevute.

GUARDA IL SERVIZIO: Nuova protesta di studenti, genitori e docenti in Piazza Bra: «Le scuole riaprano»