Il sindaco di Tregnago: «Fondamentale il ruolo del volontariato»

Durante l'emergenza sanitaria «è emerso in maniera forte il ruolo del volontariato. Ogni iniziativa messa in campo dall'amministrazione è stata possibile grazie ai volontari» sottolinea il sindaco di Tregnago Simone Santellani.

«La pandemia è stata vissuta con molta preoccupazione all’inizio, ma poi con grande consapevolezza e rispetto delle norme» afferma il sindaco di Tregnago Simone Santellani. «Abbiamo avuto anche noi più di 20 casi positivi e purtroppo qualche decesso, ma credo che l’attenzione della popolazione abbia contenuto danni peggiori. Per questo mi congratulo con la cittadinanza».

«L’impegno dell’amministrazione è stato gravoso, ma la collaborazione della cittadinanza ha portato a buoni risultati».

«È emerso in maniera forte il ruolo del volontariato. Ogni iniziativa messa in campo dall’amministrazione è stata possibile grazie ai volontari, soprattutto della Protezione Civile e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, ma anche singoli cittadini che si sono messi a disposizione per le varie attività» sottolinea il sindaco Santellani. «Superata l’emergenza faremo tesoro di questa esperienza e continuerà la collaborazione».

Guardando avanti «individuo quattro punti fondamentali: dare risposte agli anziani non autosufficienti, alle famiglie che non andranno in ferie e dovranno andare al lavoro, l’abolizione di alcune tasse e il sostegno alle attività. Infine il mondo della scuola, non diretta competenza dell’amministrazione, ma non possiamo esimerci dalla collaborazione con l’istituto comprensivo per tutti i servizi necessari».

Il Comune di Tregnago

«Siamo nell’Est Veronese, ai piedi della Lessinia orientale, a metà della Val d’Illasi. È un paese di 5mila abitanti, che storicamente fa da punto di riferimento per la valle. È una terra di confine fra la pianura e la Lessinia» spiega il sindaco di Tregnago Simone Santellani.