Il sindaco di Montecchia: «Cerchiamo di essere ottimisti»

Il sindaco di Montecchia di Crosara Attilio Dal Cero ha spiegato come il suo comune ha affrontato l'emergenza sanitaria da coronavirus e come la popolazione ha reagito al lockdown e alla riapertura.

«Direi che le cose sono andate abbastanza bene, sia dal punto di vista della risposta dei cittadini, sia dal punto di vista della diffusione del virus» è il commento del sindaco di Montecchia di Crosara Attilio Dal Cero dopo tre mesi di emergenza coronavirus. «Abbiamo avuto purtroppo due casi molto gravi, di cui uno ha portato al decesso di un nostro concittadino. Siamo arrivati a un massimo di dieci “attenzionati”, che sono stati in isolamento fiduciario».

Sulla situazione socio-economica: «In questi giorni stiamo affrontando i problemi economici di molte attività, grazie anche ad alcuni stanziamenti che ci sono arrivati dal Governo centrale» dice Dal Cero.

«Cerchiamo di essere ottimisti e di vedere il bicchiere mezzo pieno. Quando ci sono state delle manifestazioni a supporto delle attività economiche abbiamo partecipato, ovviamente assicurando il rispetto delle norme. Vediamo che la risposta dei cittadini è molto buona».

Sulla questione ciliegie: «Il nostro mercato cerasicolo lavora a pieno regime, e tutto il prodotto viene regolarmente venduto. Al posto della solita Sagra delle ciliegie, probabilmente torneremo all’antico con una “Mostra delle ciliegie”, come si faceva novant’anni fa».

«Abbiamo intrapreso anche una collaborazione con 7 comuni per una festa comune a Vestena il prossimo luglio. Continuiamo con una visione unitaria» conclude il sindaco di Montecchia di Crosara.