Il sindaco di Garda: «Il turismo è il settore che ne uscirà più danneggiato»

Il sindaco di Garda, Davide Bendinelli, ha spiegato come il suo comune ha affrontato l'emergenza sanitaria da coronavirus e come la popolazione ha reagito al lockdown e alla riapertura durante la Fase 2.

«La prima fase l’abbiamo affrontata in maniera quasi strepitosa. I miei concittadini hanno reagito dimostrando la voglia di fare sacrifici importanti per combattere questo virus e per evitare che questa pandemia potesse infiltrarsi nella nostra comunità» così il sindaco di Garda Davide Bendinelli.

«I cittadini si sono comportati in maniera encomiabile. Abbiamo riscoperto alcuni valori che non pensavo esistessero in maniera così forte. – continua il sindaco – La stanchezza di stare in casa e i problemi economici hanno fatto sì che le persone avessero voglia di uscire e ricominciare».

«Non siamo ancora tornati a una vita normale. Noi viviamo in una località turistica e noi sentiamo più di qualsiasi altra parte del territorio della nostra provincia questa crisi. Il turismo è il settore che ne uscirà più danneggiato e più ridimensionato. – ha concluso Bendinelli – Speriamo che possano riaprire presto le frontiere con gli Stati, soprattutto la Germania perchè per noi il mercato tedesco è fondamentale».