Il sindaco di Costermano: «Nessuno rimanga indietro»

Il sindaco di Costermano sul Garda Stefano Passarini commenta la situazione nel suo comune in riferimento all'emergenza Covid-19.

«Ringrazio i miei cittadini perché in questo momento hanno risposto in maniera esemplare a una ristrettezza importante delle abitudini della propria vita» afferma il sindaco di Costermano sul Garda Stefano Passarini.

«Ci stiamo concentrando adesso sul post emergenza sanitaria, ossia su come gestire il fatto che nessun cittadino rimanga indietro rispetto ad altri. In questo momento, siamo ad esempio concentrati sulla parte alimentare, come garantire alle persone che hanno difficoltà a fare la spesa la possibilità di essere in linea con gli altri».

«Al di là di quello che ha messo in campo il Governo, il bonus alimentare, che abbiamo distribuito a oltre 60 famiglie, abbiamo messo in campo due ulteriori iniziative: la prima, la raccolta di alimenti che donano direttamente i cittadini. I cittadini, quando fanno la spesa nei quattro punti vendita di distribuzione alimentare della comunità, possono lasciare una parte di questa spesa direttamente all’alimentare, la Protezione Civile passa ogni due-tre giorni a raccogliere quello che i cittadini donano».

«Con queste donazioni alimentari vengono fatte delle borse della spesa, che vengono distribuite sempre alle 60 famiglie bisognose. Abbiamo messo in campo tutta una serie di servizi ai cittadini, un numero dedicato – il “Numero Amico”, attivo dal 16 marzo – che possono chiamare durante la mattina per tutte le richieste e tutte le esigenze, il fatto di poter portare i medicinali o la spesa direttamente all’abitazione».

«Questi due servizi sono gestiti insieme alla Croce Rossa di Bardolino, che voglio ringraziare» conclude il sindaco di Costermano.