Il sindaco di Belfiore: «Individuati due punti di intervento principali»

Alessio Albertini, sindaco di Belfiore, ci ha spiegato quali sono i punti fondamentali per la ripresa del paese in questa Fase 3: i centri estivi per bambini e ragazzi e gli aiuti alle aziende.

«Devo dire che sono stati mesi impegnativi, perchè il sindaco nella confusione che regnava diventava il riferimento a cui chiedere chiarimenti. Questo è stato impegnativo perchè ha costretto me e i colleghi a un lavoro di reperimento delle notizie, per dare alle persone informazioni corrette e lucide per evitare complicazioni o psicosi. Fortunatamente qui a Belfiore abbiamo avuto solo 13 casi positivi e purtroppo due persone anziane che erano ricoverate in ospedale sono decedute». Così il primo cittadino di Belfiore, Alessio Albertini.

E sulle iniziative per la ripresa: «Sia i mesi dell’emergenza che questi della ripartenza, essendo una piccola comunità, abbiamo cercato di fare forza sulle nostre associazioni, che hanno un rapporto stretto con l’amministrazione. Tutto quello che è stato fatto in questi mesi è stato fatto con la Protezione civile, la Caritas e la parrocchia. Noi come amministrazione abbiamo individuato due punti di intervento principale: il primo è stato quello dei centri estivi, che abbiamo attivato dal 15 giugno in tempo record, il secondo è stato quello del sostegno alle aziende, per le quali abbiamo azzerato la tassa rifiuti per il periodo di chiusura. C’è una grossa difficoltà a riattivare gli strumenti di partecipazione delle persone alla vita collettiva e noi da oggi riapriremo le sale civiche e delle associazioni per cercare di riattivare la vita comunitaria, che in un paese così piccolo è fondamentale».