Il sindaco di Bardolino: «Si riparte con le manifestazioni e il turismo»

Il sindaco del comune lacustre, Lauro Sabaini, ci ha spiegato che Bardolino intende ripartire con le manifestazioni tradizionali, tra cui il "Palio del Chiaretto", dilazionato in quattro weekend.

«È stato un periodo difficile, non avremmo mai pensato di trovarci in una pandemia mondiale. Bardolino è formato da una sessantina di associazioni sul territorio e tutte si sono messe in campo e abbiamo avuto una forza che ha aiutato chi era in difficoltà. Anche il comune ha messo in campo i buoni spesa, sostegno per le famiglie e ci siamo dati da fare anche grazie alla collaborazione tra tutti i sindaci della provincia di Verona, con cui ci sentivamo quotidianamente». Così il sindaco di Bardolino, Lauro Sabaini, sull’emergenza sanitaria appena passata.

Sul fronte della ripartenza e del turismo: «L’emergenza è passata e questo ci dà la possibilità di lavorare in maniera più tranquilla: gli alberghi, i bar e i campeggi sono aperti, quindi cominciamo a ragionare sul futuro. Abbiamo organizzato già alcune manifestazioni, rimodulate secondo le normative, che sono abbastanza stringenti. Il Palio di Chiaretto che si svolgeva sul lungolago, è dilazionato in quattro weekend. Dal punto di vista culturale avremo anche Pupi Avati il 27 giugno».