Il sindaco di Bardolino: «Preoccupazione per il turismo»

Il sindaco di Bardolino Lauro Sabaini commenta la situazione nel suo comune in riferimento all'emergenza Covid-19.

«Come amministrazione ci siamo subito dati da fare per mettere in piedi una serie di situazioni legate prima di tutto al disagio economico, fatto di persone che ovviamente in questa difficoltà prima di tutto sociale ma anche sanitaria non hanno la possibilità di avere entrate, quindi neanche di poter spendere per poter mangiare. Questa è stata la prima preoccupazione» afferma il sindaco di Bardolino Lauro Sabaini.

«La preoccupazione più grande da parte dei cittadini, in un contesto come il nostro che è un contesto prettamente turistico e dove il turismo è il centro della nostra economia, la difficoltà sarà capire fino a che punto si spingerà questa emergenza sanitaria e quindi quali potranno essere le problematiche e i risvolti nell’ambito turistico» dice Sabaini.

«Sicuramente aprile è ormai un mese che non viene preso in considerazione, molto probabilmente nemmeno maggio, e le attività economiche stanno pensando di aprire perlomeno per giugno».

«La difficoltà di tutto quello che si sta cercando di mettere in piedi è per capire la forma con cui si aprirà e che tipo di movimento ci potrà essere dal punto di vista turistico. Difficilmente soprattutto all’inizio  ci sarà del movimento da parte dei turisti stranieri, si punterà principalmente sul turismo direttamente italiano» conclude il sindaco di Bardolino.