Draghi a Sommacampagna: «Bisogna essere ottimisti, guardare al futuro come un’opportunità»

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi si è recato questa mattina in visita a Sommacampagna e a Sant’Ambrogio di Valpolicella. «Spero che l'anno prossimo non ci sia più bisogno di mascherine e che la pandemia non ritorni. So quanto avete sofferto», queste le sue parole agli alunni della scuola media Dante Alighieri.

Mario Draghi a Sommacampagna
La visita del Presidente Mario Draghi a Sommacampagna. Da sinistra il presidente del Veneto Luca Zaia, il prefetto Donato Cafagna, il sindaco Fabrizio Bertolaso e il presidente della Provincia Manuel Scalzotto

Il premier Mario Draghi nel Veronese: «Spero in uno stop alle mascherine»

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi si è recato questa mattina in visita a Sommacampagna e a Sant’Ambrogio di Valpolicella.

Prima visita alle Scuole “Dante Alighieri” a Sommacampagna

Luca Zaia Mario Draghi a Verona
Il premier Mario Draghi e il presidente della Regione Veneto Luca Zaia

Come prima tappa, accolto dalle autorità locali, ha visitato la Scuola Secondaria Inferiore “Dante Alighieri” a Sommacampagna.
Nelle scorse settimane gli alunni della 2^D hanno infatti inviato una lettera al Presidente Draghi, raccontando la propria storia in questi anni della pandemia e rivolgendo alcune domande al Presidente del Consiglio, dall’esperienza a Palazzo Chigi per finire all’attualità e alla guerra. A seguire, nella palestra dell’Istituto comprensivo, ha incontrato circa trecento alunni di quattro classi della scuola primaria e quindici classi della scuola secondaria inferiore.

«Spero che l’anno prossimo non ci sia più bisogno di mascherine e che la pandemia non ritorni. So quanto avete sofferto, alla vostra età è importante stare insieme», ha detto il premier Mario Draghi agli studenti.

«Bisogna essere ottimisti, guardare al futuro come un’opportunità e non come un rischio. Il futuro è lì perché voi ve ne impadroniate e diventiate protagonisti» ha aggiunto il Presidente.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il saluto degli alunni

Palumbo: «In Veneto tante scuole in provincia, ma nessuna scuola provinciale»

Carmela Palumbo
Carmela Palumbo, dirigente scolastica regionale

Presente anche la dirigente scolastica regionale, Carmela Palumbo. «Il presidente del Consiglio è stato straordinario, ha dedicato a questa scuola e a questi ragazzi più di un’ora, rispondendo pazientemente a tutte le domande. Ha fatto un discorso semplice ma pieno di significati. È stato un grande regalo per la scuola veneta. Mi sono emozionata anche io: credo che questa scuola rappresenti lo spirito vero della scuola veneta e l’equità. In Veneto ci sono tante scuole in provincia, ma non c’è alcuna scuola provinciale. Questa scuola lavora molto sulla cittadinanza e sulla solidarietà, e questo è il paradigma delle scuole nella nostra regione».

Seconda tappa all’Ossario di Custoza

Il Presidente del Consiglio si è poi recato all’Ossario di Custoza per rendere omaggio ai Caduti e deporre una corona di alloro al Mausoleo.

LEGGI ANCHE: Tommasi: «Tocca a noi ora amministrare coi fatti»

Ultima tappa alla tenuta Masi Agricola

Infine, l’ultima tappa sarà in mattinata all’azienda “Masi Agricola”, a Sant’Ambrogio di Valpolicella. Draghi visiterà la realtà produttiva aziendale, il fruttaio, la cantina sperimentale e le cantine storiche.

La diretta di Radio Adige TV


Rotta (PD): «Grazie al Presidente del Consiglio per la sua presenza»

Alessia Rotta
Alessia Rotta

«Ospitare il presidente del Consiglio Mario Draghi nella scuola media Dante Alighieri di Sommacampagna, che è stata la mia scuola, e vedere l’emozione sui volti degli studenti è stato un piacere» commenta Alessia Rotta, presidente della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici della Camera e candidata al Consiglio Comunale con il Pd.

«Ringrazio il presidente per essere venuto di persona a incontrare i ragazzi che gli hanno scritto una lettera sulla guerra in Ucraina. Quel che si deve fare è cercare la pace, ed è quello che stiamo facendo, ha detto Draghi ai ragazzi raccontando la sua telefonata a Putin, a cui ha chiesto e continua a chiedere la pace».

«Lo ringrazio anche di aver accettato l’invito a visitare l’Ossario di Custoza, luogo della memoria che conserva le tracce delle battaglie che ebbero luogo tra il 1848 e il 1866 in questo territorio. Negli ultimi anni abbiamo dedicato energie ed impegno per restaurare e valorizzare l’Ossario, anche con l’apertura del Museo della Battaglia nella casa dell’ex custode, per farne un posto in cui far rivivere e tramandare un pezzo di storia del Risorgimento».

La contestazione

Verona per la libertà contestazione Draghi a Sommacampagna
Verona per la libertà contesta Draghi a Sommacampagna

Draghi è stato contestato da “Verona per la libertà“, che alle prossime elezioni amministrative sostiene il candidato Alberto Zelger. «Dopo aver fatto egli stesso da scolaretto ubbidiente davanti a un patetico “Prof. Biden”, ascoltandone attentamente gli ordini, oggi per il nostro c’è stata una vera inversioni di ruoli. Tanti ragazzi, diligentemente mascherati come la “nuova normalità” impone, nonché insegnanti e autorità, si sono inchinati davanti al Primo Ministro» scrivono in una nota gli esponenti di Verona per la libertà.

«Alcuni rappresentanti della nostra lista civica “VERONA PER LA LIBERTA’” – MAI PIU’ GREEN PASS, in accordo con la Questura, hanno effettuato un presidio fisso lungo il percorso effettuato dalle auto blu ministeriali.  Abbiamo esposto striscioni di protesta diretti ed incisivi, che poco spazio lasciano all’ immaginazione. Riteniamo la visita in questione, in stile “nonno” al servizio delle Istituzioni, un tentativo di riabilitare un immagine compromessa dai chiari fallimenti in politica estera, recentemente conseguiti. Alla fine il Gas si pagherà in Rubli: chi ha orecchie per intendere intenda…».

«Tale visita, inoltre, è l’ennesimo atto di rappresentanza di un uomo che non rappresenta nessuno. Egli è semplicemente il mandatario di un’accozzaglia di partiti, che nulla hanno in comune se non il miraggio di appropriarsi di qualche scampolo dei miliardi  del PNRR. Non potevamo  non manifestare il nostro sdegno, davanti a questa ennesima, tragicomica kermesse» concludono da Verona per la libertà.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE E LE INTERVISTE
SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A VERONA
DI GIUGNO 2022

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv