Il lotto di vaccino ritirato non è stato usato a Verona e provincia

Il lotto di vaccino Covid-19 AstraZeneca bloccato dall'Aifa non è stato usato nel territorio dell'Ulss 9, fa sapere la Regione Veneto.

Vaccino Covid-19 AstraZeneca
Vaccino Covid-19 AstraZeneca

Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, ha emesso in via precauzionale il divieto di utilizzare il lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca. Tale lotto di vaccini non è stato utilizzato in provincia di Verona.

La Regione Veneto, attraverso una circolare firmata dalla dottoressa Francesca Russo, della Direzione prevenzione, sicurezza alimentare, veterinaria, ha fatto sapere che il lotto in questione è stato utilizzato nel territorio delle Ulss 1, 2, 5, 6, 7 e 8. In Veneto «sono state somministrate 17mila e 43 dosi e non sono state segnalate reazioni avverse di rilievo», si legge nella circolare.

LEGGI ANCHE: Positivi ricoverati, nel Veronese +39% in 10 giorni

La motivazione

Aifa ha preso questa decisione a seguito della «segnalazione di alcuni eventi avversi gravi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto ABV2856» ricorda la circolare della dottoressa Russo.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il giorno dopo la somministrazione di una dose di quel lotto, un militare siciliano è deceduto per arresto cardiaco: la correlazione tra i due eventi, però, deve essere ancora verificata. La circolare della Regione specifica: «Al momento, come evidenziato da Aifa, non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM