Il cantiere e i suoi pericoli, a scuola si fa formazione

In Gran Guardia domani dalle 8.30 alle 13.30 si svolge la giornata conclusiva del progetto per la promozione della sicurezza negli istituti tecnici ad indirizzo costruzioni, ambiente e territorio, realizzato da Esev-Cpt insieme a Inail, Ulss 9, Its Cangrande della Scala

Quello delle costruzioni è un settore molto pericoloso. A dirlo è lo Spisal veronese, che ogni anno deve fare i conti con i numeri degli incidenti sul lavoro nei cantieri del territorio.

Per questo la formazione per evitare il verificarsi di questi episodi deve partire dai ragazzi. E a Verona, per il settimo anno, le scuole del settore delle costruzioni hanno affrontato lezioni frontali e visite in cantiere, che si concluderanno con un convegno in Gran Guardia domani.

I ragazzi dovranno superare dei quiz per dimostrare di aver appreso quali sono le situazioni di rischio in cantiere.

L’iniziativa, che si sviluppa nel corso di un triennio, quest’anno ha coinvolto le classi terze, quarte e quinte non solo del Cangrande ma anche dell’istituto Dal Cero di San Bonifacio e del Calabrese-Levi di San Pietro in Cariano.

Tre i momenti clou della mattinata. Le classi terze andranno a ‘caccia dell’errore’, rispondendo a 11 quesiti sulle figure professionali di cantiere, rischi e soluzioni. Alle ore 10.30 toccherà alle classi quarte che si cimenteranno sull’organizzazione di un cantiere, mettendo a frutto conoscenze e saperi su macchinari, documentazione e fasi lavorative. Alle ore 11.40 gli studenti di quinta saranno sul tema ‘ponteggi’, con layout di cantiere, imbragature ed errori più comuni.

Il progetto, attivo da 7 anni, ha coinvolto in tutto più di 3 mila studenti veronesi per un totale di quasi mille ore di attività, a scuola ma anche nei cantieri cittadini. Nel corso dell’ultimo anno i ragazzi si sono recati in sopralluogo all’ex ghiacciaia di Verona, all’ospedale di Negrar e all’ex zuccherificio di San Bonifacio. E sono state coinvolte anche alcune imprese locali.

La giornata conclusiva è stata presentata questa mattina dall’assessore ai Lavori pubblici, insieme al presidente dell’Esev-Cpt Marco Perizzolo, alla responsabile dell’unità prevenzione e infortuni Spisal dell’Ulss 9 Manuela Peruzzi, al vicario della sede Inail di Verona Marco Vesentini e al dirigente scolastico dell’Its Cangrande della Scala Sara Agostini.