I farmacisti volontari veronesi presenti al congresso di Bari

La delegazione scaligera dei Farmacisti volontari in Protezione civile è rientrata ieri sera a Verona dal congresso nazionale tenutosi nel fine settimana a Bari.

Delegazione farmacisti volontari di Verona
Delegazione farmacisti volontari di Verona

È rientrata ieri sera la delegazione dell’Associazione farmacisti volontari in protezione civile di Verona che ha partecipato al congresso nazionale svoltosi nel fine settimana a Bari 

«Dobbiamo mantenere attiva la formazione per essere in grado di affrontare le più diverse situazioni emergenziali – spiega Paolo Pomari, presidente dell’Associazione scaligera -. È inoltre molto importante che alimentare lo spirito di collaborazione fra tutti i volontari dei 12 gruppi italiani. Al congresso la presidente nazionale Enrica Bianchi ha prospettato l’ipotesi di una futura collaborazione con la Croce Rossa  Italiana che aggiungerebbe prestigio e forza alle missioni. La nostra farmacia mobile attrezzata, una delle sei attive sull’intero territorio italiano, necessita di costante lavoro per essere sempre pronta a partire in missione trasportando oltre ai farmacisti volontari e alle strumentazioni sanitarie anche i medicinali che necessitano di monitoraggio costante. Nel corso del tempo la fornitura che deve essere a bordo 365 giorni l’anno è stata “costruita” sulle reali esigenze delle comunità colpite da eventi estremi, aggiungendo presidi che all’apparenza possono sembrare di secondaria importanza. Negli interventi in Centro Italia dopo i devastanti terremoti abbiamo verificato, ad esempio, che la popolazione impossibilitata ad accedere alle proprie abitazioni, oltre ai farmaci per le terapie e per le numerose esigenze sanitarie che si sviluppano a seguito dei traumi fisici e psicologici, necessita di prodotti come gli assorbenti che pur non essendo farmaci salvavita sono dispositivi essenziali per la quotidianità e quindi ora fanno parte della nostra dotazione stabile».

LEGGI LE ULTIME NEWS

«Federfarma Verona crede nell’alto valore dell’Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile, unica realtà a livello veneto, ed è per questo che da due anni la aiuta con un contributo economico- spiega Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona e farmacista volontaria – necessario per sostenere gli alti costi di manutenzione dell’unità mobile. Oltre alle grandi catastrofi, la sua attività si esplica nel cosiddetto “tempo di pace”, in molteplici forme: campagne di screening sanitari per la popolazione, opera informativa come i volantinaggi in piazza a sostegno della Giornata di Raccolta del Farmaco o dell’iniziativa In Farmacia per i Bambini. Ma anche l’impegno costante nel “Recupero farmaci validi non scaduti” recapitati in farmacia dai cittadini. I farmacisti volontari girano tutta la provincia per raccogliere i preziosi medicinali e consegnarli poi al Cesaim, il Centro Salute per immigrati che cura migliaia di persone in difficoltà nel nostro territorio».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM