Guerra in Ucraina, le bombe gelano le speranze

Si erano aperte moderate speranze dopo i colloqui a Istanbul di ieri fra Russia e Ucraina. I bombardamenti di oggi invece confermano che la strada per la pace è ancora lunga.

Ucraina barricate guerra

Già raggelate le speranze di ieri. Nelle zone in cui sembrava che la Russia avesse intenzione di ridurre l’attività militare, oggi sono continuati i bombardamenti. Si tratta in particolare delle zone settentrionali dell’Ucraina, a Kiev e Chernihiv, dove nella scorsa notte e anche questa mattina sono ripresi i bombardamenti.

LEGGI ANCHE: Medici introvabili: ULSS 9 scaligera in difficoltà

In effetti il segretario di Stato degli Usa Antony Blinken aveva subito sollevato perplessità sulle aperture dei russi: «C’è quello che la Russia dice, e quello che la Russia fa. Ci concentriamo su quest’ultimo aspetto».

LEGGI ANCHE: L’ospedale da campo del Qatar è in viaggio per l’Ucraina

Il ministro della Difesa dell’Ucraina Dmytro Kuleba oggi ha dichiarato: «Mentre continuano i negoziati, la Russia non cessa le ostilità. È fondamentale che i nostri partner continuino a sostenere l’Ucraina con più armi e con maggiori sanzioni alla Russia. Più è forte l’Ucraina, migliori saranno gli accordi che possiamo ottenere per il bene dell’Ucraina e della sicurezza europea».

LEGGI ANCHE: I controlli della velocità a Verona dal 15 al 21 agosto

Le immagini della distruzione a Mariupol

LEGGI ANCHE: Montorio: trovato un corpo senza vita e un cane poco lontano

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv