Grezzana, l’Arpav registra livelli alti di ozono nell’aria

La centralina posizionata in Piazza Ruffoni è rimasta attiva in estate, dal 15 giugno al 22 luglio 2019, e in inverno dal 23 novembre al 22 dicembre 2019 .Le concentrazioni di ozono misurate in Valpantena sono superiori a quelle di Verona-Giarol.

Le concentrazioni di ozono misurate a Grezzana sono superiori a quelle relative alla centralina di riferimento di Verona-Giarol. A comunicarlo è l’Arpav, l’Agenzia regionale per al prevenzione e protezione ambientale del Veneto.

La campagna di misura estiva nel comune della Valpantena, con la centralina posizionata in Piazza Ruffoni, è stata svolta dal 15 giugno al 22 luglio 2019, quella invernale dal 23 novembre al 22 dicembre 2019. La maggiore criticità rilevata riguarda, come dicevamo, l’ozono, nel periodo estivo. Questo inquinante mostra numerosi superamenti in tutto il territorio provinciale, e nel 2019 ha raggiunto dei livelli tali da superare la soglia di allarme, come non accadeva dal 2006.

Il benzoapirene mostra concentrazioni elevate in inverno, indice del ruolo delle emissioni del riscaldamento a biomassa in questo periodo dell’anno. Per il PM10, si stima che il numero di superamenti del limite giornaliero sia di poco inferiore al massimo consentito per legge.