Governo Lega-M5S: verso la formazione con un premier terzo

via della seta di maio salvini

Parlano di “piena sintonia tra i programmi” i due leader di Lega e M5S, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, che in queste ore stanno discutendo per raggiungere l’intesa sul programma del nuovo governo. Sarebbe domenica il giorno imposto da Mattarella per presentare il nome del nuovo Premier e una “bozza” della squadra di ministri. Intanto spunta l’ipotesi di un terzo nome per il Presidente del Consiglio, un ruolo che, quindi, non toccherebbe a nessuno dei due leader politici.

La parola d’ordine che serpeggia in queste ore tra i leader di LegaM5S è “ottimismo”. Dopo il “via libera” di Berlusconi, infatti, Salvini e Di Maio hanno chiesto qualche giorno ancora al Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per raggiungere un accordo sia sul programma di governo che sulla schiera dei ministri da portare a Palazzo Chigi.

L’ultimatum che arriva dal Presidente della Repubblica parla di domenica 13 maggio, dopodomani, e nel frattempo il grande punto di domanda cade sulla personalità che andrà a ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio. Luigi Di Maio o Matteo Salvini? In realtà, dalle prime indiscrezioni (e dalle dichiarazioni del braccio destro del leader 5Stelle, Vincenzo Spadafora) sembra spuntare l’ipotesi di un terzo nome che si spera possa “mettere d’accordo” gli altri schieramenti politici tra cui, soprattutto, Fdi con Giorgia Meloni.

Tra le prime questioni da affrontare in quello che sarà il programma comune tra Lega e M5S spuntano la flat tax, il reddito di cittadinanza, l’immigrazione e la legge Fornero. Oggi i due leader si incontreranno di nuovo per raggiungere l’intesa e il giuramento potrebbe arrivare entro la fine della prossima settimana.