Golosine: Sboarina vuole il “pugno di ferro”

“Tolleranza zero per chi disturba i residenti”. Queste le parole del sindaco di Verona, Federico Sboarina, che ieri è intervenuto sulla questione delle Golosine, quartiere teatro di numerose risse, l’ultima delle quali avvenuta domenica scorsa. Nel mirino, come sostiene l’assessore Polato, anche gli affitti abusivi.

Chiede il pugno di ferro e controlli scrupolosi il sindaco Federico Sboarina all’indomani dell’ennesima rissa avvenuta nel quartiere delle Golosine, in via Gramego: “Oggi ho chiesto al Prefetto ancora più durezza nei confronti di chi disturba i residenti dei quartieri di Santa Lucia e Golosine. – ha dichiarato Sboarina – Ho trovato, come sempre, grande collaborazione e mi ha assicurato che già nel Comitato Ordine e Sicurezza pubblica di domani si affronterà la questione della tolleranza zero. Dopo tutti gli interventi fatti in via Del Carretto e molti altri controlli a Verona sud, non esiste che il lavoro fatto fin qui di presidio del territorio venga messo in secondo piano da qualche episodio isolato. – continua il sindaco – Serve il pugno di ferro e sono sicuro che con le Forze dell’Ordine si procederà in maniera sistematica, come sempre. Faremo verifiche congiunte sull’idoneità delle attività e dei residenti di certe aree a rischio. Nell’ultimo mese e mezzo gli interventi sono stati massicci: oltre 10 arresti, la scorsa settimana, sui bastioni; oltre 130 attività etniche commerciali verificate, con sanzioni per quelle risultate non in regola”.

Sulla questione è intervenuto anche l’assessore alla Sicurezza, Daniele Polato, che la scorsa settimana si era scontrato con il consigliere di Battiti, Paolo Rossi, il quale aveva definito le Golosine come un “triangolo delle Bermuda”: “Golosine e Santa Lucia sono quartieri molto belli che, purtroppo, negli anni sono stati oggetto di un particolare concentrazione di extracomunitari. – ha affermato Polato – Molti di loro sono stati accolti e si sono integrati all’interno del quartiere, altri disturbano e creano problemi. È un peccato che un quartiere importante e storico come questo venga dipinto come degradato e pericoloso, quando invece sono molti i veronesi, e non solo, che ci abitano. Non meritano certo di essere denigrati a causa di alcuni soggetti che la notte disturbano. Proprio per questo interverremo con grande determinazione”.

“Agiremo anche nei confronti di quei proprietari di immobili, che affittano i propri immobili ad extracomunitari e non, qualcuno addirittura senza documento ed abusivamente, al solo scopo di realizzare il massimo profitto. – continua l’assessore – Per esempio, abbiamo verificato l’esistenza di insediamenti di sei o otto persone all’interno di abitazioni di 40 metri quadrati, in cui dovrebbero starci solo due persone. Abbiamo già fatto interventi nella zona sud della città: sono stati denunciati quei proprietari italiani che avevano affittato la loro attività commerciale ad extracomunitari, alcuni addirittura pregiudicati. Ringraziamo i tanti cittadini che ci segnalano le situazioni più difficili. È importante ribadire che la 4° Circoscrizione e i quartieri di Santa Lucia e Golosine sono assolutamente sicuri“.

Polato, che proprio ieri sera si trovava nel quartiere durante i controlli della polizia municipale, ha anche postato alcune foto sulla sua pagina Facebook a testimonianza dell’impegno delle forze dell’ordine nel tenere sotto controllo il quartiere.