Golosine, rapina con coltello alla parrucchiera: «Denunciate sempre»

Sabato pomeriggio nel quartiere Golosine di Verona, a due passi dalla fiera, un uomo è entrato nel negozio di parrucchiera di Anica Cattelani, minacciando lei e una cliente con un coltello per farsi dare dei soldi.

Rapina parrucchiera - Anica Cattelani
Anica Cattelani
New call-to-action

Erano le 17 circa di sabato 3 febbraio quando un uomo incappucciato e con il volto nascosto da una sciarpa è entrato nel negozio di Anica Cattelani minacciando lei e una cliente con un coltello per farsi dare il denaro dell’incasso.

La rapina è avvenuta in via Cacciatori Piemontesi, nel quartiere Golosine, a due passi da via Roveggia e la Fiera. La donna ha subito chiamato le forze dell’ordine e questa mattina ha sporto denuncia in Questura.

Sulla questione sicurezza nei quartieri cittadini interviene anche il consigliere comunale di Verona Domani Paolo Rossi.

LEGGI ANCHE: Carcere di Verona: aumenta la popolazione e il disagio psichico

Guarda il servizio

LEGGI ANCHE: Verona: cade in monopattino e aggredisce i soccorritori

Il commento del presidente della Quarta Circoscrizione

«Ora il comune faccia la sua parte, lo dico senza polemica, ma con la pretesa che siano anche le indicazioni e i punti di vista del centrodestra a essere messi in pratica. Da subito cominciare a spostare pattuglie della Polizia Locale dai cantieri e rimpolpare i controlli.
E così insieme alle altre Forze dell’Ordine, che vi sia un indicazione chiara e una presa di posizione netta» dichiara Alberto Padovani, Presidente della Quarta Circoscrizione di Verona, di cui fa parte il quartiere Golosine.

«La nostra zona ha sempre retto il colpo rispetto il tema sicurezza, ai furti, gli scippi, vandalismi vari, nonostante le difficoltà in passato anche dettate da scelte ministeriali e governative non sufficienti. Da Roma finalmente, si sta andando in una direzione, una stretta sui reati e pene più certe, sarebbe triste se a Verona andassimo ora nella direzione opposta».

Alberto Padovani
Alberto Padovani, presidente della Quarta Circoscrizione di Verona

«La situazione ormai è fuori controllo. Inutile continuare a provare con il dialogo promettendo un cambio di rotta. Il controllo del vicinato e i presidi commerciali vi sono tutti i giorni, ma serve una presa di coscienza in primis sul problema reale, non solo sulla sua percezione» conclude Padovani.

LEGGI ANCHE: Ca’ del Bue: il Comune di Verona chiede approfondimenti ad Agsm Aim

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM