Giornata contro la violenza sulle donne, le iniziative in Provincia

Domani 25 novembre ricorre la giornata contro la violenza sulle donne: da Sant'Ambrogio di Valpolicella a Gazzo Veronese sono molti i Comuni che scenderanno in campo con iniziative volte a sensibilizzare sul tema.

giornata contro la violenza sulle donne
La presentazione delle iniziative di domani

Sono stati presentati ieri, martedì 23 novembre nella Sala Rossa dei Palazzi Scaligeri, gli eventi organizzati dalla Provincia e da 20 Comuni scaligeri per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne che ricorre domani 25 novembre.

Sono intervenute la presidente della Commissione provinciale alle Pari Opportunità, Cristina De Bianchi e le consigliere della Commissione.  

A Verona

La Commissione provinciale, sabato 27 novembre alle 10 in Loggia di Fra’ Giocondo al Palazzo Scaligero, promuoverà il convegno “Dalla violenza allo smart-working: lo sguardo delle donne sui nuovi orizzonti post pandemia”. L’incontro farà il punto sui risvolti negativi e sulle opportunità per il mondo femminile rappresentati dalla riorganizzazione del quotidiano a cui cittadine e cittadini sono stati costretti dalla pandemia. Interverranno: Paola Poli, Consigliera di Parità della Provincia di Verona; Franca Consorte Graldi, psicologa e coordinatrice del centro Antiviolenza di Legnago; Donatella Mereu, neuropsicologa forense e criminologa; Roberta Girelli, presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Verona e Chiara Danese, designer e innovation manager.

Bussolengo

Tra le attività proposte dai Comuni, Bussolengo ha inserito in calendario tre iniziative: due incontri formativi a novembre e dicembre con una psicologa, rivolti agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Da Vinci; un’installazione artistica con i nomi delle donne italiane vittime di violenza che verrà posizionata in piazza XXVI Aprile il 25 novembre e dove i cittadini potranno lasciare un messaggio di commemorazione e speranza;   l’inaugurazione, il 27 novembre alle 10.30, della “Panchina Rossa” nella piazza Caduti in Guerra della frazione di San Vito al Mantico. Durante quest’ultimo evento verranno letti i messaggi lasciati dai cittadini in piazza XXVI Aprile.

Buttapietra

A Buttapietra, accanto a una mostra che ha raccontato storie di abusi e che è terminata domenica in municipio, il 25 novembre alle 20.30, nella sala civica Rossini di piazza Roma, Silveria Gonzato Passarelli presenterà – in collaborazione con la compagnia teatrale “I Dialettanti Veronesi” – un poemetto sulla drammatica morte della nobildonna romana Beatrice Cenci.

Caprino Veronese

Sempre il 25 novembre a Caprino Veronese, l’amministrazione comunale, in collaborazione con la Croce Bianca di Torri del Benaco, il Telefono Rosa e l’istituto comprensivo locale, promuoverà una fiaccolata che partirà alle 19.40 dalla sede del Gruppo Giovani e si concluderà alle 20 davanti al municipio. La serata proseguirà all’interno della sala consiliare di Palazzo Carlotti, con un dibattito sulle tematiche della giornata prendendo spunto dalle riflessioni/provocazioni presentate in alcuni videoclip.

Leggi anche: La violenza fatta di pregiudizi spiegata giovedì al Pasoli di Verona

Legnago

A Legnago, il 25, verrà illuminato di rosso il celebre palazzo di Maria Fioroni e alle 17.30 nella biblioteca Fioroni verrà inaugurata la mostra “Corpi di carta” a cura di Ezia Artioli. 

Venerdì 26 novembre alle 16.30, alla biblioteca G.Bellinato sempre a Legnago, verrà presentato “Viaggio tra le mie pagine” un momento educativo e di riflessione per ragazze e ragazzi attraverso i contenuti delle diverse opere della scrittrice Giuliana Facchini. Sempre il 26 al bar del Teatro Salieri verrà presentato il “Percorso letterario sull’amore malato e la violenza di genere fra romanzo e fiaba”, a cura di Giuliana Facchini e con l’accompagnamento musicale di Leo Frattini. L’ultimo appuntamento a Legnago è alle 17.15 del 28 novembre, in sala civica, con  “Donne: violenza e (in)giustizia!” un reading del gruppo “VerbaManent”, a cura del Centro Antiviolenza “Legnago Donna” e  con l’accompagnamento musicale dei “Duende”.

Castelnuovo del Garda

A Castelnuovo del Garda, il 25 novembre alle 20.30 al teatro Dim, nell’ambito del progetto “Non Spezzare un Fiore” promosso dall’assessorato alle pari opportunità, verrà presentato “Lei”, mosaico teatrale al femminile: storie di donne tra tragedia, commedia e musica, di e con Laura Gambarin (voce) accompagnata da Gianluigi La Torre al pianoforte. Sempre a Castelnuovo del Garda, il 26 novembre alle 20.30 nella sala civica di piazza Libertà, verrà proiettato il film “Il Diritto di Contare”, seguito da un dibattito curato in collaborazione con l’associazione SOS Violenza Domestica e con gli interventi di Ketty Remelli, Presidente dell’associazione, Veronica Zuin, medico di pronto soccorso ed Eva Masconale, psicologa. In occasione del 25 novembre, inoltre, verrà affisso un banner contro la violenza sulle donne presso la sala civica nel contesto dell’iniziativa dei 37 Comuni appartenenti al distretto 4 dell’Ulss 9. La stessa amministrazione di Castelnuovo, infine, ha avviato dei corsi formativi dedicati al Corpo di Polizia Locale per preparare in modo adeguato chi interviene in soccorso di donne vittime di violenza.

Cerea e Gazzo Veronese

Cerea e Gazzo illumineranno di rosso rispettivamente Palazzo Bresciani e la sede municipale. I Comuni della Valpolicella – Fumane, San Pietro in Cariano, Marano di Valpolicella, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Negrar di Valpolicella – con Sant’Anna d’Alfaedo, Dolcè e Brentino Belluno, il 25 novembre alle 19.45 si ritroveranno in viale Verona a Fumane per una fiaccolata contro la violenza sulle donne che si concluderà agli impianti sportivi di via Progni.

Lavagno

Il 26 novembre, alle 20.45 in sala civica, il Comune di Lavagno proporrà “Isolina – Una storia di tante”: serata di letture tratte dal libro di Dacia Maraini e interpretate da Annachiara Zanoli, accompagnata dalla fisarmonica di Giuseppe Zambon.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Nogara

Nogara ha programmato due iniziative: il 25 novembre verrà illuminato di rosso il municipio e, all’interno della rotonda centrale del paese, il gruppo Camploy realizzerà delle installazioni sempre di colore rosso (scarpe, vestiti, palloncini), mentre il 27 alle 20.45 in teatro, in collaborazione con l’associazione Teatro E, si terrà lo spettacolo “Questo non è amore” realizzato dall’associazione Chiamala Danza.

Nogarole Rocca

Il 25 novembre a Nogarole Rocca, a partire dalle 18 all’ex oratorio di San Leonardo, verrà proposto lo spettacolo “Le Parole Giuste”: letture e musiche per dire no alla violenza con l’attrice Chiara Santuari e i musicisti Leonardo Bellesini e Liviana Loatelli (in collaborazione con l’associazione Il Tè delle Donne e il Servizio educativo territoriale dell’Ulss 9). 

San Martino Buon Albergo

Al teatro Egidio Peroni, in piazza del Popolo a San Martino Buon Albergo, il 26 alle 21, si terrà lo spettacolo teatrale “La Chimica Invisibile”, dedicato alla scienza declinata al femminile e raccontata attraverso la vita di nove donne straordinarie.

Sant’Ambrogio di Valpolicella

violenza donne abusi giornata contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre, sulla facciata del municipio di Sant’Ambrogio di Valpolicella, verrà appeso uno stendardo che rappresenta l’opera di un’artista vittima di violenza. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Ulss 9. Nelle rotonde del paese verranno, inoltre, posizionate dai ragazzi dell’istituto comprensivo scarpe di colore rosso. Si terrà, infine, un corso di difesa personale organizzato dal nucleo di Volontariato di Protezione Civile di Sant’Ambrogio in collaborazione con Nippon Club (posti già esauriti).

Valeggio sul Mincio

A Valeggio, fino alla fine del mese, resterà illuminato di rosso il Castello Scaligero e, all’esterno del municipio, verrà esposta un’immagine di Artemisia Gentileschi, nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Comitato dei Sindaci del distretto ovest dell’Ulss 9. 

Gli ingressi agli eventi saranno gestiti dagli organizzatori nel rispetto delle normative per l’emergenza Covid-19. 

«Molti Comuni hanno proposto ulteriori eventi nelle scorse settimane e di altri ancora ne stanno definendo i dettagli in queste ore – spiega la presidente della Commissione alle pari opportunità della Provincia di Verona, Cristina De Bianchi –. La grande varietà e qualità di molte delle iniziative programmate dimostra quanto sia sentita oggi da associazioni, cittadine, cittadini e amministratori, la necessità di mantenere accesa l’attenzione sul tema della violenza sulle donne. Emergenza sanitaria permettendo, ripartire in presenza è senz’altro un bene poiché una delle prime armi che abbiamo contro ogni, inaccettabile, forma di violenza è il confronto con gli altri e il non sentirsi lasciate sole».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM