Gasparato su Casali presidente AGSM AIM Spa: «Pochi con il suo CV»

Il presidente del movimento civico Verona Domani, Matteo Gasparato, esulta per la nomina del nuovo presidente di Agsm-Aim, Stefano Casali, che sarà formalizzata il prossimo 28 gennaio. «Una scelta dettata da criteri basati su competenza, professionalità».

Il leader di Verona Domani Matteo Gasparato e il neo presidente di AGSM AIM Stefano Casali.
Matteo Gasparato

Esulta Matteo Gasparato, il presidente del movimento civico Verona Domani non nasconde la propria soddisfazione per la nomina del nuovo presidente di Agsm-Aim, Stefano Casali. L’ex vicesindaco di Verona e già consigliere regionale guiderà per i prossimi tre anni il nuovo soggetto a capitale interamente pubblico nato dalla fusione tra le due utilities di Verona e Vicenza. La nomina sarà formalizzata il prossimo 28 gennaio, in occasione della prima Assemblea dei socie della neonata multiutility veneta.

I motivi della scelta

«Una scelta di prestigio e spessore. Pochi a Verona con il suo curriculum». dichiara Gasparato, che sottolinea come la nomina dell’avvocato veronese sia stata dettata «da criteri basati su competenza, professionalità, su una ventennale esperienza politica ed amministrativa, su onestà e trasparenza».

Gasparato poi si complimenta con il sindaco Federico Sboarina per una scelta «che arricchisce la città di Verona di una guida che saprà portare la storica realtà industriale scaligera a traguardi importanti e prestigiosi mai raggiunti prima».

Stefano Casali

La stima nei confronti dell’avvocato Casali

Il leader di Verona Domani poi che commenta più a livello personale: «Sono particolarmente orgoglioso in quanto Casali rappresenta uno storico pilastro del nostro movimento. Un amico col quale ho condiviso anni di battaglie e percorsi politici. Pochi a Verona possono vantare un curriculum simile al suo, il sindaco ha quindi operato una scelta ineccepibile all’insegna della professionalità e delle capacità di Casali. Doti sempre dimostrate nelle varie esperienze amministrative, dal Consiglio e Giunta Comunale, a quello regionale, senza dimenticare il suo percorso professionale di avvocato. Una scelta che premia la vicinanza e la conoscenza del territorio scaligero, un caposaldo proprio di Verona Domani».

Il ringraziamento al vicepresidente Caliari

Il vicepresidente di AGSM Mirco Caliari, secondo da sinsitra, il giorno della firma sulla fusione.

«La nostra città potrà adesso, con la guida di Casali e con l’esperienza manageriale di altissimo livello del consigliere delegato Gaetano Quaglino, giocare un ruolo primario e di leadership nel settore delle multiutility nazionali. – conclude Gasparto – Ringrazio, oltre che Sboarina, al quale va il riconoscimento di aver concretizzato con lungimiranza ed oculatezza, a differenza delle precedenti amministrazioni, questa straordinaria operazione, anche il vicepresidente di Agsm Mirco Caliari. Grazie anche a lui questo traguardo è diventato realtà. Anche quando la società di lungadige Galtarossa ha attraversato momenti difficili ed incerti la sua decennale esperienza è stata di fondamentale importanza nel raggiungimento degli obiettivi della società. Siamo certi che Casali saprà coordinare e guidare le varie realtà industriali e manageriali all’insegna della sinergia e della collaborazione costante, grazie ad un confronto fattivo tra i vari livelli istituzionali nell’interesse delle collettività dei due capoluoghi».