Furto e lotta con i ladri in un supermercato di San Bonifacio

Fermati dai carabinieri due dei tre autori del furto all'Eurospar di San Bonifacio. Sorpresi dalla guardia giurata, erano fuggiti dopo una breve colluttazione.

carabinieri san bonifacio furto eurospar

Hanno rubato alcolici dal supermercato Eurospar di San Bonifacio e per fuggire hanno malmenato dipendenti e una guardia giurata. I tre ladri sono poi stati sorpresi dai Carabinieri in stazione, dove intendevano probabilmente allontanarsi via treno. Due di loro sono stati fermati, mentre il terzo è riuscito a fuggire.

Si tratta di un 33enne di nazionalità marocchina e di una 29enne italiana, entrambi disoccupati e pregiudicati. Insieme al terzo soggetto hanno nascosto diversi articoli del supermercato, nascondendoli in borse e zaini, soprattutto superalcolici e birre. Il fatto è accaduto negli scorsi giorni, durante le festività natalizie.

Scoperti dalla guardia giurata del supermercato, ne è nata un’accesa colluttazione. Per guadagnarsi la fuga, la donna ha spintonato violentemente alcuni dipendenti che avevano tentato di bloccarli: una dipendente è caduta a terra e la guardia giurata è stata ferita a una mano.

Ricevuta la richiesta di intervento al 112, diverse pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di San Bonifacio hanno circondato l’intera zona. Poco dopo i militari sono riusciti a rintracciare i tre nella vicina stazione ferroviaria: sicuri ormai di averla fatta franca, stavano sorseggiando birra, pronti a prendere il primo treno utile.

Inseguiti a piedi, due sono stati bloccati e arrestati, il terzo invece è riuscito a scappare facendo perdere le proprie tracce. La refurtiva, in parte recuperata, è stata restituita al gestore del supermercato.

Per il 33enne, ritenuto responsabile di furto aggravato in concorso, è stato convalidato l’arresto a seguito di rito direttissimo, in attesa della definizione del processo fissata per febbraio prossimo.

La donna invece ritenuta responsabile del reato di rapina impropria è stata trasferita all’istituto penitenziario di Verona Montorio e oggi, a seguito della convalida dell’arresto, sottoposta alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

LEGGI LE ULTIME NEWS