Furto e danneggiamento in chiesa: arrestati due uomini

Due arresti per furto aggravato e danneggiamento di beni di culto ieri pomeriggio in città. A finire nei guai due uomini, un italiano classe ’73 e un rumeno.

Due arresti dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile ieri in due chiese cittadine. Una prima chiamata al 112 ha allertato i militari dell’Arma della presenza di un veronese, classe ’73, pregiudicato, che stava letteralmente mandando in frantumi alcune statue di diverse chiese del centro. In particolare, l’uomo voleva danneggiare, con un sasso, le statue delle chiese di “Santa Maria alla Scala” e “Stimmate”.

Il 45enne aveva già iniziato a distruggerne i volti e, per di più, forzare le cassette delle offerte presenti all’interno dei due edifici. Le ricerche sono immediatamente scattate e hanno consentito ai militari di rintracciare e arrestare l’uomo, il quale nel frattempo era scappato nei pressi dei bastioni di Circonvallazione Oriani, tentato furto e danneggiamento aggravato di beni di culto. Stamattina si è svolta la direttissima.

Poco dopo, un’altra chiamata al 112 è giunta per segnalare un furto nella chiesa di “San Giovanni Battista” dove un cittadino di origine rumena, pregiudicato, era stato sorpreso a rubare il contenuto delle cassette delle offerte. Beccato in flagranza prima da una donna e poi dai militari dell’Arma, l’uomo è stato arrestato per furto aggravato e condotto in caserma, in attesa del rito direttissimo che si è tenuto stamane.