Forza Nuova, attacco nella notte alla sede di Veronetta

Colpi di martello e vetrata in frantumi, ma fortunatamente nessun ferito. Questo il bilancio dell’attacco da parte di due soggetti alla nuova sede di Forza Nuova, nel quartiere di Veronetta. A denunciare l’accaduto, l’ala veronese del partito, guidato da Pietro Amedeo, che parla di «soggetti incapaci di confronto».

Attaccata di ignoti, stanotte, poco dopo le 4, la Casa dei Patrioti di Verona, sede della sezione provinciale del partito politico Forza Nuova e sede operativa di varie associazioni di volontariato sociale come Solidarietà Nazionale ed Evita Peròn. Danni alla vetrata e all’impianto di video sorveglianza che ha ripreso integralmente la scena dell’attentato e grazie al quale è stato possibile consegnare prontamente le immagini alle autorità. A darne notizia è stato il partito stesso, tramite un comunicato stampa.
«Quello di oggi è un episodio gravissimo che però non ci sorprende per nulla. – spiega Pietro Amedeo, Segretario Provinciale di Forza Nuova – Da quando abbiamo aperto la Casa dei Patrioti nel quartiere di Veronetta è stato un susseguirsi di attacchi e calunnie da parte dei più svariati gruppi e realtà appartenenti al cosiddetto fronte “antifascista” ma i veri mandanti morali di questo episodio stanno a Palazzo Barbieri e a Montecitorio, dove una deputata della Repubblica che risponde al nome di Alessia Rotta poco più di un mese fa ha accusato in modo diretto, quanto del tutto fuori luogo, il sindaco di Verona di essere colpevole – cito testualmente – “dell’insediamento di una forza neofascista come Forza Nuova”, esprimendo così quello che è ormai il pensiero di molti suoi sodali secondo cui il nostro partito non dovrebbe esistere».
«Ovvio che da simili affermazioni, cariche sempre di un mai estinto odio ideologico, tipico di certe forze politiche che si definiscono democratiche, non possano che scaturire azioni come quelle messe in atto stanotte: due poveracci, espressione del peggior disagio sociale e culturale maturato negli ambienti estremisti, decidono di passare alle vie di fatto. – continua Amedeo – Oggi prendendo a martellate una sede mandando in frantumi la porta, e domani? Forza Nuova comunque non arretra, forte della superiorità morale e politica rispetto a infime espressioni del più becero antifascismo ormai ai titoli di coda, condannato dall’evidenza delle immagini che abbiamo deciso di diffondere, al giudizio supremo del popolo che ormai ha capito da che parte sta la violenza e l’intolleranza, strumenti di soggetti incapaci persino di un confronto».
«Quello di stanotte è il classico attacco dalla modalità “partigiana”: del resto manca poco al 25 aprile… – sottolinea Luca Castellini, dirigente nazionale di Forza Nuova – Una modalità che accomuna padri e figliocci: aspettare che “il nemico” se ne vada invece di affrontarlo a viso aperto, per poi agire nell’ombra e quindi insignirsi di medaglie al valore d’infamia».
Venerdì 12 aprile la Casa dei Patrioti sarà straordinariamente aperta per una serata di solidarietà e di festa con tutti i veronesi. Inoltre sabato 13 aprile è confermata l’inaugurazione presso la stessa Casa dei Patrioti della sede del sindacato nazionale SINLAI alla presenza del segretario nazionale.