Forza Nuova, assalto alla CGIL: otto anni e due mesi per Luca Castellini

Saluti romani e frasi belligeranti dopo la sentenza del tribunale di Roma relativa all'attacco alla sede della Cgil, avvenuto il 9 ottobre 2021. Coinvolto anche il veronese Luca Castellini, con una condanna di otto anni e due mesi. Il movimento ha annunciato di voler partecipare alle prossime elezioni europee del 2024.

Sede Cgil Roma assalto
La sede della Cgil di Roma dopo l'assalto

Tutti gli imputati sono stati condannati a pene superiori agli otto anni di reclusione. La decisione è stata presa dal tribunale di Roma nel contesto del processo principale relativo all’attacco alla sede della Cgil, avvenuto il 9 ottobre 2021. La prima sezione penale ha emesso la condanna per i sette imputati, accogliendo in gran parte le accuse della Procura.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Le condanne

  • Giuliano Castellino, leader romano del movimento di estrema destra Forza Nuova, ha ricevuto una pena di 8 anni e 7 mesi.
  • Roberto Fiore, fondatore di Forza Nuova, e Luigi Aronica, militante del gruppo, sono stati condannati a 8 anni e 6 mesi ciascuno.
  • Gli altri imputati, Luca Castellini, Salvatore Lubrano, Lorenzo Franceschi e Pamela Testa, hanno ricevuto una condanna di 8 anni e 2 mesi.

«Una sentenza che conferma la matrice fascista dell’assalto», ha commentato il segretario della Cgil Maurizio Landini, riporta l’Ansa. In seguito alla sentenza, saluti romani e qualche pugno chiuso, slogan contro i giudici e frasi belligeranti: «Gente come noi non molla mai», «Ora famo la guerra», poi applausi in segno di scherno in direzione dei giudici.

LEGGI ANCHE: Idee per l’ex Seminario di San Massimo: svelate le tre proposte vincitrici

Castellini (Forza Nuova Verona): «Sentenza con l’intenzione di bloccare Forza Nuova»

«Nonostante sia stato dimostrato nel processo che ci sia stata infiltrazione da parte forze dell’ordine, che la Digos abbia dichiarato il falso a proposito dell’autorizzazione della manifestazione verso la sede della CGIL, nonostante sia evidente dai filmati l’innocenza di tutti gli imputati del 9 ottobre, è arrivata dal Tribunale di Roma, porto delle nebbie, una sentenza politica che ha come intenzione quella di bloccare Forza Nuova. Questo accade in un momento in cui i milioni che lottarono contro il Green Pass, i milioni che sono sempre più contrari alla Nato e alla UE e i milioni che sono sempre più vicini alla causa Palestinese, oggi rappresentano il Popolo che non ha più un punto di riferimento politico. Forza Nuova oggi quindi dichiara di voler partecipare alle prossime elezioni europee del 2024».

LEGGI E GUARDA ANCHE: Dentro al nuovo sottopasso di via Città di Nimes a Verona