Fondazione Arena, arriva l’art bonus di ATV

Art bonus fondazione arena

Il consiglio di amministrazione di Atv ha deliberato un contributo, per il 2019, pari a 320 mila euro a favore di Fondazione Arena, attraverso il cosiddetto Art Bonus.

L’intervento a sostegno della fondazione lirico-sinfonica è stato presentato questa mattina dal sindaco Federico Sboarina, dal presidente di Atv Stefano Bettarello, dal presidente di Amt Francesco Barini e dal sovrintendente di Fondazione Arena Cecilia Gasdia, i quali si sono dati appuntamento sotto la stella della Bra assieme al direttore di Atv Stefano Zaninelli e al direttore generale di Fondazione Arena Gianfranco De Cesaris per uno scambio di auguri per poi spostarsi in Sala Arazzi per la conferenza stampa.

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha ricordato come il progetto di coinvolgere la città nel rilancio della Fondazione sia sempre più concreto e questo ulteriore intervento di Atv ne è la dimostrazione.

È sempre Sboarina a ricordare come la strada di risanamento dell’ente lirico sia ancora lunga visto il disavanzo per così dire “ereditato” di 27 milioni di euro, «ma i numeri del bilancio preventivo del 2019 – sottolinea Sboarina – certificano un netto cambio di rotta».

Al contributo di Atv, società partecipata dal Comune attraverso Amt, si affianca quello da 100mila già erogato dalla stessa Amt che si è impegnata anche con le pannellature dedicate alle locandine storiche del Festival areniano.

L’amministrazione ha comunicato inoltre di aver triplicato il proprio contributo a favore della Fondazione, lasciando interamente anche gli incassi dell’extralirica realizzati attraverso Arena di Verona srl. Complessivamente, ammonta ad alcuni milioni di euro il contributo aggiuntivo del territorio, grazie ai nuovi soci in Consiglio di Indirizzo, Fondazione Cariverona e gli Art Bonus di vari enti.

Il sovrintendente Gasdia e il direttore generale De Cesaris hanno confermato il netto miglioramento dei conti e dell’andamento della Fondazione. «Questo contributo – ha sottolineato Gasdia – è uno sprone a fare meglio e, allo stesso tempo, un riconoscimento al buon lavoro fatto da tutti i comparti della Fondazione. L’anno prossimo torneranno in Arena i più grandi artisti, come avveniva negli anni passati».

Le prevendite del festival estivo stanno andando molto bene. «Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso – ha concluso De Grandis – abbiamo registrato un aumento del 90% di biglietti venduti. Siamo passati da 2,5 milioni a 4,5 già incassati e il trend di crescita riguarda tutte le serate. Rimane molto da fare, ma il percorso imboccato è positivo».