Foibe: Zaia, ricordo vale sempre

zaia autonomia

Secondo il presidente Luca Zaia le foibe sono state “una vera e propria pulizia etnica,dove si trucidavano italiani: trucidati, deportati, evirati, mutilati, torturati, donne violentate, infoibati”.

“Penso sia fondamentale la giornata del Ricordo, perché nel ricordo dobbiamo investire sempre” quando si parla di Shoah nella giornata della memoria, quando si parla dei partigiani morti o dei massacri di popolazioni civili. Non condivido la politicizzazione di queste giornate, di chi vuol caricare di altri significati giornate di lutto dedicate a non dimenticare e a impedire ulteriori e deteriori negazionismi”. Lo afferma il presidente Veneto, Luca Zaia, nel giorno in cui si ricordano i martiri delle foibe.”La verità -aggiunge- è che oggi da destra a sinistra dobbiamo pensare non a dare un marchio un colore politico a chi ha ammazzato o veniva ammazzato,ma la vera sfida è lavorare tutti assieme nel ricordo da un parte e dall’ altra fare una grande battaglia contro il negazionismo, che coinvolge tutti gli eventi storici”. (Ansa)