Focus Grezzana: si ragiona su uno sviluppo di sistema, oltre i confini comunali – IL TEMA DEL GIORNO

Dopo il viaggio nei quartieri e nelle circoscrizioni di Verona con il tema del giorno del martedì di Daily Verona, cominciamo oggi un nuovo percorso nei paesi della cintura urbana della città. Oggi focus su Grezzana, un comune di 10mila abitanti nel cuore della Valpantena.

Municipio Comune di Grezzana
Municipio Comune di Grezzana
New call-to-action

Il tema del giorno: Grezzana e la Valpantena

Dopo il viaggio nei quartieri e nelle circoscrizioni di Verona con il tema del giorno del martedì di Daily Verona, cominciamo oggi un nuovo percorso nei paesi della cintura urbana della città. Oggi focus su Grezzana, un comune di 10mila abitanti nel cuore della Valpantena. Le sue frazioni sono Alcenago, Azzago, Corrubio, Corso, Lugo, Romagnano, Rosaro, Stallavena. Il territorio comunale si estende su una superficie di 49,49 km quadrati.

LEGGI ANCHE: Maxi tamponamento in A22: un ferito grave

L’intervista al sindaco Arturo Alberti

In onda a “Squadra che vince” questa sera alle 18 e in replica 21 su Radio Adige Tv il sindaco di Grezzana Arturo Alberti. Nel corso dell’intervista si parla del traforo delle Torricelle, che il Comune di Verona ha deciso di non considerare prioritario rispetto ad altre opere, e delle ricadute di questa scelta sulla Valpantena, di sviluppo del territorio, di trasporti e viabilità, ma anche di polo scolastico e sportello unico del lavoro.

LEGGI ANCHE: Servizi educativi fino a 3 anni: a Verona 120 posti in più

Per quanto riguarda il traforo delle Torricelle, già da presidente di Apindustria Verona e ora da sindaco, Alberti considera utile quest’opera: «È importante, ma soprattutto credo che sia alla base di una visione di Verona. “Verona” che vuol dire Verona città, Verona territorio, Verona provincia. Vorrei riportare l’argomento non tanto sulla discussione su canna più lunga o canna più corta: tecnicamente penso ci siano soluzioni che oggi possono essere più o meno percorse, in base alle progettazioni dei tecnici. Credo che la discussione da affrontare sia capire se quest’opera è utile o non è utile per Verona per la provincia di Verona, per quella visione di Verona del domani».

«Un comune di cintura è un comune che deve comunque colloquiare con il Comune di Verona, ma soprattutto deve colloquiare con tutti gli altri Comuni che in questo momento hanno bisogno di una programmazione su quello che può essere il loro sviluppo. Noi abbiamo uno sviluppo che non può essere solo ragionato come Valpantena: abbiamo la Valpolicella, tutta la Lessinia, tutto l’Est Veronese che deve programmare i prossimi dieci-vent’anni».

LEGGI E GUARDA ANCHE: Fuori dal Comune #5: Arturo Alberti e il Comune di Grezzana

Arturo Alberti, sindaco di Grezzana.
Arturo Alberti, sindaco di Grezzana

Continua il sidaco Alberti: «Noi nei piani industriali e nei piani di interventi dei nostri Comuni dobbiamo assolutamente pensare e progettare la Grezzana che sarà. Teniamo conto che sulla base dei servizi e delle infrastrutture che riusciamo a offrire, Grezzana può essere considerata anche un comune “industriale” sotto un certo punto di vista, ma abbiamo investito molto sul turismo o un “turismo di passaggio”, perché siamo l’anello di congiunzione con la Lessinia».

«La viabilità è uno dei punti centrali per cui possiamo pensare di ragionare di sviluppo del territorio. Dobbiamo metterci attorno a un tavolo: è la visione complessiva di Verona che deve essere messa al centro, non le beghe di quartiere o quello che può sembrare il traforo “targato Valpantena”.

«Noi abbiamo un grosso problema a livello di sicurezza della salute: il primo ospedale per la Valpantena è Borgo Trento. Non possiamo assolutamente pensare di passare davanti a un imbuto come il Teatro Romano e pensare di essere ancora efficienti ed efficaci per la salute dei nostri cittadini. Abbiamo anche il trasporto pubblico che è molto penalizzato, un trasporto pesante per le nostre industrie che è altrettanto penalizzato» puntualizza Alberti.

«Ce l’hanno insegnato i nostri antenati, i Romani: le strade sono state quelle che venivano costruite prima di tutto, dopo le conquiste di nuovi territori. Non abbiamo una ferrovia in Valpantena e neanche in Valpolicella. Si sentono tante considerazioni sulla bancabilità: parliamoci chiaro, se l’opera serve ed è utile credo che non sia un problema di soldi. Quando c’è l’utilità, i soldi si trovano. Faccio il sindaco da sette anni, se la cosa serve si può fare. Però ripeto, bisogna sempre avere una visione che deve essere collegiale, una visione della Verona del futuro».

LEGGI ANCHE: A Verona si distribuiscono gratis i sacchetti per i bisogni del cane


Rispondi al sondaggio


Il tema del giorno su Radio Adige Tv a “Squadra che vince”

Questa sera alle 18 e in replica 21 su Radio Adige Tv appuntamento con il tema del giorno anche a “Squadra che vince“, il programma condotto dal direttore del Gruppo Verona Network Matteo Scolari.

Dove vedere Radio Adige Tv

  • In streaming su www.radioadige.tv,
  • su Radio Adige Play (HBBTV, canale 19 del DTT),
  • tramite APP Radio Adige (gratis per Android e iOs).

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM