Tosi lancia un guanto di sfida a Sboarina, lui replica: «No a duelli»

Tosi invita il sindaco uscente a partecipare a un dibattito con lui e Tommasi sui temi più caldi della città senza domande, temi o tempi prestabiliti.

Tosi lancia a Sboarina il guanto di sfida
Tosi lancia a Sboarina il guanto di sfida.

Questa mattina, davanti alle scalinate di Palazzo Barbieri, il candidato sindaco Flavio Tosi ha lanciato una sfida a Federico Sboarina, invitandolo a prendere parte a un dibattito con lui e Tommasi sul futuro di Verona.

«Voglio un confronto diretto – afferma Tosi -. I tre candidati principali si confrontano direttamente sui grandi temi senza domande, temi e tempi prestabiliti, in modo tale da creare un bel dibattito vivace e franco».

Tosi si è detto però dispiaciuto per la scelta fatta dalla Lega, siccome il partito stesso l’anno precedente non era contento dell’operato svolto dall’attuale sindaco di Verona. «La Lega aveva chiarito già un anno fa che l’amministrazioni Sboarina non la soddisfaceva in termini di sicurezza e di operatività per la città – prosegue Tosi -. Lo stesso Salvini lo aveva affermato. La base della Lega non voleva che il partito appoggiasse Sboarina ma Flavio Tosi, cosa che ha fatto Forza Italia. La Lega ha fatto una scelta diversa sbagliando».

Tosi è piuttosto convinto di andare in ballottaggio con le elezioni del 12 giugno, ma gli piacerebbe potersi in ogni caso confrontare con il sindaco uscente, così come era stato fatto nelle elezioni amministrative precedenti del 2007 e del 2012 tra gli avversari politici di allora.

Ma se dovesse invece prevalere Sboarina che cosa farà Tosi? «Forza Italia ha detto che queste sono le primarie del centro destra spiega Tosi -. Chi arriva primo quindi sostiene il centro destra unito. Ma sono convinto che al ballottaggi ci arriveremo noi per primi, come è stato chiarito dai sondaggi. Spero che in caso si faccia un accordo con la Lega una volta che Fabio Tosi andrà al ballottaggio, anche e soprattutto nell’interesse della città stessa».

Guarda il servizio Tg su Radio Adige Tv:

La risposta di Sboarina: «No a duelli. L’unico vero rivale politico è la Sinistra»

Sindaco Federico Sboarina
Federico Sboarina, sindaco di Verona.

Federico Sboarina non è intenzionato ad accogliere invece la proposta di Tosi e non risponderà quindi alla sua provocazione. «No ai duelli: creano lacerazioni, alzano inutilmente i toni, fomentano le tifoserie, non fanno il bene della  città, stufano l’elettorato, non sono da centrodestra. Ho già partecipato a numerosi confronti pubblici coi candidati sindaco e continuerò a farlo, per mettere i veronesi nelle condizioni di comprendere al meglio la visione di città di ciascuno: il mio stile e quello della coalizione che mi onoro di rappresentare non è fatto d’odio né di rancori personali».

«Oggi più che mai, dopo il dramma umano, sociale ed economico vissuto col Covid, con le famiglie alle prese col caro-vita, c’è bisogno di serenità e serietà, non di sparate. Peraltro l’unico nostro rivale politico è la sinistra rappresentata da Damiano Tommasi, un’aggregazione di sigle che vuole includere tutto e il contrario di tutto, il fallimento che Verona ha già vissuto tra il 2002 e il 2007, la cui riproposizione paralizzerebbe la città proprio nel momento in cui è ripartita più forte di prima».

LEGGI LE ULTIME NEWS