Fine vita, tensione nel Pd per l’astensione di Anna Maria Bigon

Il voto di ieri in consiglio regionale sul suicidio medicalmente assistito ha evidenziato le posizioni diverse fra la consigliera Bigon e il suo partito.

Anna Maria Bigon
Anna Maria Bigon

Il voto sulla legge d’iniziativa popolare sul suicidio medicalmente assistito del Consiglio regionale del Veneto ha messo in evidenza una spaccatura non solo nel centrodestra, ma anche nel Partito Democratico.

LEGGI ANCHE: Suicidio assistito, il voto contrario (o astenuto) dei consiglieri regionali di Verona

La votazione sui primi due articoli (di cinque, ma è stata sospesa e la pratica rinviata in commissione) ha visto 25 favorevoli, 22 contrari e 3 astenuti. Esponenti di Lega e lista Zaia hanno votato sia a favore, sia contro, mentre Fratelli d’Italia e Forza Italia sono stati compatti in modo contrario.

Gli astenuti sono stati Silvia Rizzotto e Luciano Sandonà della lista Zaia, e la veronese Anna Maria Bigon del Partito Democratico. Questo ultimo voto, in particolare, è stato particolarmente criticato da parte delle opposizioni e dallo stesso Pd, perché se favorevole avrebbe potuto far pendere l’ago della bilancia.

Bigon, già sindaca di Povegliano Veronese, ha spiegato così in aula la sua posizione: «Stiamo trattando uno degli aspetti più intimi della vita di un uomo, che ci grava di una grande responsabilità. Elemento indispensabile per garantire l’effettività dell’autodeterminazione di ogni persona è la disponibilità delle cure palliative, che vanno potenziate e che potrebbero ridurre le domande di suicidio medicalmente assistito».

LEGGI ANCHE: Autovelox a Verona: ecco dove sono questa settimana

La posizione della consigliera Bigon è stata commentata dalla capogruppo del Pd in consiglio regionale Vanessa Camani: «Come Partito Democratico abbiamo sostenuto convintamente questa proposta. Emerge il dato politico relativo al fatto che le parole e le indicazioni del presidente Zaia sono cadute nel vuoto da parte di oltre la metà della sua maggioranza: una spaccatura profonda che non può essere giustificata dalla libertà di coscienza e che sta alla base dello stop alla legge».

Ha aggiunto Camani: «Al tempo stesso siamo molto dispiaciuti per il voto espresso dalla consigliera Anna Maria Bigon, alla quale abbiamo riconosciuto piena legittimità e libertà. Detto ciò, il rammarico sta nel fatto che la consigliera, pur consapevole che il suo voto avrebbe fatto da ago della bilancia, cosa che le è stata ricordata, non abbia optato per una scelta diversa, dimostrando così un atteggiamento non rispettoso e che acuisce le distanze all’interno del gruppo».

Vanessa Camani, consigliera regionale Partito Democratico
Vanessa Camani, consigliera regionale capogruppo del Partito Democratico

«Fa ancora più male – dichiara Elena Ostanel, consigliera regionale del gruppo Il Veneto che Vogliamo – vedere che questa bocciatura si è determinata per un solo voto, come quello di astensione di Anna Maria Bigon, consigliera regionale del Partito Democratico. Potevamo segnare un momento positivo importante, come avevo chiesto in Aula, ma molti non ne sono stati all’altezza».

LEGGI ANCHE: Meloni a Veronafiere, elogio al Made in Italy

Più Europa: «Una brutta pagina per il Veneto»

«Per le conte interne al centrodestra e con il contributo di una consigliera conservatrice del Pd, Anna Maria Bigon, si è persa l’occasione di approvare una legge utile ai cittadini per l’esercizio di un diritto già riconosciuto». Lo dichiarano Riccardo Magi, segretario di +Europa e Corrado Cortese, coordinatore di +Europa Veneto.

«FdI, FI e una pezzo di Lega fanno una battaglia politica contro Zaia e per il dopo Zaia sulla pelle di migliaia di malati e di famiglie che chiedevano solo che venisse disciplinata una legge che già c’è grazie alla sentenza della Corte Costituzionale. Una classe politica che ancora una volta, sempre la stessa da anni, cerca di impedire ai propri cittadini di essere Liberi fino alla fine. Una brutta pagina per il Veneto e per i suoi cittadini e per la loro libertà di scelta» dicono gli esponenti di Più Europa.

LEGGI LE ULTIME NEWS

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM