Filobus, Tosi:”Fermo un cantiere da 140 milioni”

Dovrebbe entrare in servizio nel 2021, stando al presidente di AMT Barini. Ma tutto pare riposare nel dubbio, con cantieri fermi e tempi incerti. Tra i nodi da sciogliere anche la gara che la provincia bandirà a fine anno per la gestione del trasporto pubblico locale, filobus compreso.

Il Traforo, l’Arsenale e il filobus, dei tre sogni sempre dichiarati, a Flavio Tosi rimane a malapena il progetto per il trasporto pubblico di massa. Filobus che entrerebbe in servizio nel 2021 stando al presidente di AMT. Ma tutto sembra riposare nel dubbio, con cantieri fermi e tempi incerti. A chiedere chiarezza qualche giorno fa era stato anche Michele Bertucco: “Basta con i numeri al lotto delle date di consegna lavori o di fine dell’opera, […] l’amministrazione dica se ci crede ancora”. Tra i nodi da sciogliere anche la gara che la provincia bandirà a fine anno per la gestione del trasporto pubblico locale, filobus compreso. Se non si sta nei tempi, il rischio è quello di perdere il 15% del contributo economico statale per realizzare l’opera.

Piccata la replica di Francesco Barini, presidente di AMT: “I consiglieri Tosi e Bozza hanno preso l’ennesima cantonata, dovuta probabilmente al fatto che hanno dimenticato in che stato hanno lasciato l’iter della filovia. Solo grazie al lavoro svolto dal RUP Carlo Alberto Voi in questi ultimi due anni, periodo in cui l’ex Sindaco aveva mantenuto la delega alle grandi opere, il progetto non si è arenato e oggi ha preso nuova linfa vitale. Lo stesso Tosi, ricordo, aveva infatti affiancato ad Ederle un tutor, evidentemente consapevole di aver nominato un presidente non all’altezza del compito assegnatogli. Per quanto riguarda le problematiche sul percorso, vale la pena ricordare ai consiglieri Tosi e Bozza che sono le medesime che questa amministrazione ha ereditato dalla passata gestione, e nonostante questo risultano oggi in gran parte risolte.
AMT ha ripreso in mano il progetto con nuovo slancio, lasciando da parte le beghe politiche per concentrarsi esclusivamente sulla risoluzione dei problemi tecnici e iniziare veramente l’opera maggiormente attesa dalla città, senza false inaugurazioni che sono servite solo a gettare fumo negli occhi ai cittadini”.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK: