Fiera, Bianchini: «Bricolo farà bene». Dal Moro: «Nel cda neanche una donna»

Reazioni alle nomine di Veronafiere. L'assessore alle Aziende partecipate Bianchini elogia l'operato dell'ente, il deputato Dal Moro fa notare che fra i sette componenti del nuovo cda non c'è nemmeno una donna: «Rammarico per un orientamento maschile, maschilista e masochista».

Stefano Bianchini e Gianni Dal Moro
Stefano Bianchini e Gianni Dal Moro

Arrivano le prime reazioni dopo la nomina di Federico Bricolo (Lega) a presidente di Veronafiere e l’ufficializzazione del nuovo consiglio di amministrazione. Visioni diametralmente opposte fra Stefano Bianchini (assessore e candidato per Sboarina Sindaco) e Gianni Dal Moro (deputato e candidato alle prossime amministrative con il Partito Democratico).

LEGGI LE ULTIME NEWS

L’assessore alle Aziende partecipate Stefano Bianchini commenta così: «I soci si sono messi d’accordo, hanno trovato persone di alto profilo. Si continua sull’onda dei grossi risultati della Fiera, nonostante la pandemia. Bricolo farà bene».

Dal Moro: «Giù le mani dalla Fiera. Non è ancora finita»

L’onorevole Gianni Dal Moro, candidato alle amministrative con il Partito Democratico a sostegno di Damiano Tommasi, commenta: «La decisione di rinnovare il Cda della Fiera prima delle elezioni amministrative della città rappresenta uno strappo incomprensibile e difficilmente componibile. L’individuazione e la designazione dei nuovi componenti il cda di viale del Lavoro costituisce inoltre una grave violazione perpetrata contro tutte le donne di Verona».

Nel nuovo cda siedono infatti sette uomini e nessuna donna. «Ritengo inconcepibile che non si sia trovata nessuna professionista qualificata in grado di interpretare e qualificare il tessuto cittadino dentro la più importante società, partecipata dal Comune, che opera per la crescita del sistema produttivo dentro l’orizzonte nazionale e internazionale» continua Dal Moro.

«Prima ancora di valutare e organizzare ogni forma di opposizione possibile e legittima rispetto a tale scelta, intendo esprimere tutto il mio rammarico per un orientamento maschile, maschilista e masochista espresso oggi» conclude il deputato Pd.

Gianni Dal Moro
Gianni Dal Moro

LEGGI ANCHE: Marmolada, stop al turismo dell’orrore

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv