Fermato a Verona con un documento falso, l’aveva pagato 250 euro

Ieri pomeriggio è stato arrestato dalla Polizia in centro a Verona un 52enne originario della Romania, trovato in possesso di documenti falsi. Aveva pagato la carta d'identità contraffatta 250 euro quattro mesi fa a Trieste.

polizia documento falso

Nel corso dei controlli di polizia che si sono intensificati nell’ultimo mese nelle piazze del centro di Verona, ieri pomeriggio è stato fermato e arrestato dagli operatori della Polizia di Stato un 52enne originario della Romania, trovato in possesso di documenti falsi.

L’uomo, senza fissa dimora, che al momento del controllo era seduto insieme a un gruppo di connazionali sulle panchine di piazza Pradaval, alla richiesta dei poliziotti ha fornito una carta d’identità rumena, apparentemente originale. Tuttavia, il confronto con i dati impressi sul documento e le informazioni assunte dalle banche dati hanno originato il sospetto che si trattasse di un documento falso.

In effetti, dopo un controllo più approfondito, il documento si è rivelato non corrispondente ai modelli di riscontro. La conferma definitiva è arrivata grazie all’attivazione dei canali di cooperazione internazionale di polizia, coordinati dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale: le autorità rumene, infatti, hanno confermato che il 52enne non era in possesso di alcuna carta d’identità rumena in corso di validità.

Vistosi ormai scoperto, l’uomo ha ammesso di aver comprato il documento falso a Trieste quattro mesi fa, per la cifra di 250 euro. Per questo è stato arrestato in flagranza di reato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. All’esito della direttissima, che si è celebrata questa mattina, il cinquantaduenne è stato condannato a un anno di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale della pena.