Fermati per un controllo e arrestati per furto due pregiudicati

Arrestati nel corso della notte due uomini di origini marocchina, clandestini e pregiudicati che hanno tentato di eludere un controllo dei carabinieri a Sanguinetto. Dopo gli accertamenti è emerso che i due erano gli autori di un furto in un’abitazione a Pojana Maggiore e che l’auto su cui viaggiavano era stata rubata. I ladri sosterranno oggi il giudizio per direttissima.

Stavano eseguendo un controllo sul territorio, quando hanno notato un’auto, una Lancia Musa, che, per eludere il controllo, si era nascosta nel piazzale antistante dei mobilifici in via Dossi. Così i carabinieri di Sanguinetto hanno proceduto al controllo del veicolo, all’interno del quale hanno trovato due cittadini di origini marocchine clandestini e pregiudicati.

Grazie agli accertamenti è emerso che il veicolo era stato rubato a Pojana Maggiore, dopo un furto in un’abitazione, insieme ad alcuni utensili. Le indagini svolte in seguito hanno poi permesso di accertare che uno dei due uomini era l’autore materiale del furto in casa e l’altro aveva nella disponibilità il veicolo. Il primo, marocchino classe 1989, è stato quindi arrestato e sosterrà il giudizio per direttissima oggi con l’accusa di furto in abitazione e false dichiarazioni a Pubblico Ufficiale, mentre il secondo, marocchino sempre classe 1989, è stato denunciato per ricettazione. Il veicolo è stato sequestrato per essere restituito al proprietario.