FedEx: sciopero nazionale contro la chiusura di 24 sedi

In tutta Italia sono 315, di cui tredici a Verona, i dipendenti del colosso americano delle spedizioni espresse FedEx, a rischio per il ridimensionamento aziendale. La novità riguarda almeno 24 sedi su territorio italiano che, secondo i piani dell’azienda, dovrebbero essere ridotti a quattro entro marzo 2019. Una decisione che, a quanto pare, non ha a che vedere con questioni di carattere economico. Domani, nella sede di San Giovanni Lupatoto a partire dalle 5, i lavoratori saranno impegnati nella giornata di sciopero nazionale indetta oggi dai sindacati.

Dopo Glaxo e Unilever ora anche la multinazionale americana FedEx porta cattive notizie e, con loro, il malcontento di molti dipendenti veneti nelle sedi di Verona, Padova e Treviso.

La società di spedizioni, infatti, ha comunicato che chiuderà nella penisola italiana 24 sedi, mettendo a rischio ben 315 dipendenti. Una decisione che non sembra essere giustificata da un problema di carattere economico, ma da un ridimensionamento (programmato entro il marzo 2019) per concentrare le attività in quattro grandi centri.

I sindacati sono ora sul piede di guerra e hanno lanciato già lo sciopero nazionale per domani, giovedì 17 maggio. A Verona, nella sede di San Giovanni Lupatoto, dove lavorano 13 dipendenti, la protesta sarà davanti alla sede in strada la Ferriera a partire dalle 5 di mattina.

“Siamo alla svendita dei diritti dei lavoratori, della loro professionalità e della qualità del servizio di cui, per tanto tempo, Fedex si è fregiata facendone un vanto del proprio modello” hanno dichiarato le sigle sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil trasporti.