Vaccini, Federfarma fa chiarezza sulle prenotazioni in farmacia

Oggi Federfarma Verona ha organizzato una conferenza stampa per fare chiarezza sul servizio delle farmacie al fianco dell'Ulss9 nell'ambito della campagna vaccinale: da ieri infatti è attivo il portale per le prenotazioni degli over 80 e delle categorie fragili per effettuare il vaccino. A intervenire la presidente Elena Vecchioni e il vicepresidente Gianmarco Padovani.

Elena Vecchioni, presidente di Ferderfama Verona vaccino terza dose tamponi fine quarantena farmacia
Elena Vecchioni presidente Federfarma Verona

Il punto stampa è stato necessario poiché ieri molte persone si sono recate nelle farmacie scaligere pensando di poter prenotare il vaccino pur non appartenendo alle categorie di pazienti previste (ovvero gli anziani ultraottantenne e chi rientra nei casi particolare di fragilità), oppure di poter “scavalcare” le liste o, ancora, di scegliere il tipo di vaccino da eseguire.

Il servizio che le farmacie mettono a disposizione, invece, serve per venire incontro ai cittadini che devono effettuare la somministrazione ma che per anzianità hanno difficoltà a prenotarsi sulla piattaforma web oppure perché non hanno in casa i computer o i dispositivi mobili necessari per accedere al portale online.

«La procedura che viene svolta in farmacia è identica a quella che i cittadini possono fare a casa propria: il collega farmacista accede alla piattaforma, chiede i dati al paziente che deve vaccinarsi, li inserisce e prenota l’appuntamento. Non è possibile effettuare la prenotazione per chi non è ancora nelle liste vaccinali in programma per quella determinata settimana e nemmeno scegliere il vaccino da fare: l’inoculo compete al medico che opera in sede vaccinale» ha spiegato il vicepresidente di Federfarma Verona Gianmarco Padovani.

«In farmacia c’è un collega che facilita la prenotazione a chi è anziano o a chi non ha la strumentazione per accedere al portale – sottolinea la presidente Vecchioni -. Inoltre può aiutare l’anziano a compilare il modulo di anamnesi, spiegando quali sono i medicinali, che eventualmente il paziente assume, da indicare e le patologie».