Everel azienda sostenibile, nasce il green team aziendale

In vista dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, il 2021 è diventato per molte aziende, in particolare quelle più sensibili e innovative rispetto al mondo che ci circonda, l’anno della sostenibilità economica, sociale e ambientale. Anche Everel punta sempre di più sulla sostenibilità, ridisegnando un futuro più green per l'azienda.

«Non possiamo essere sani in un mondo malato». Questa frase di Papa Francesco è diventata famosa per la potenza che veniva rappresentata nell’unire i disastri legati alla pandemia da COVID-19 alle non più procrastinabili tematiche ambientali. In vista dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, approvata dall’ONU e articolata nei 17 obiettivi da raggiungersi entro il prossimo decennio, il 2021 è diventato per molte aziende, in particolare quelle più sensibili e innovative rispetto al mondo che ci circonda, l’anno della sostenibilità economica, sociale e ambientale.  

«Anche il mondo imprenditoriale è chiamato ad uno sforzo volto a trasformare l’economia di scarto in economia circolare, valorizzando l’apporto umano nel ciclo produttivo e investendo sulla qualità dei processi di lavoro. Il mondo che vorremmo lasciare ai nostri figli è sicuramente migliore di quello in cui viviamo ed è nostro compito costruirlo adesso». Con queste parole Thomaz Zobele, CSR Manager (Corporate Social Responsibility) della Everel Group ha presentato le politiche sostenibili di Everel, avviate già con lo scorso anno e che nel 2021 vedranno la luce.

«La mia presenza in questo ruolo – racconta Zobele – chiara espressione della Proprietà, è indice di quanto l’azienda punti al tema della responsabilità sociale e di una politica di impresa più sostenibile. Infatti, in collaborazione con Strategy Innovation, spin off di Ca’ Foscari con cui collaboriamo sul tema dell’innovazione culturale, abbiamo dato vita a un focus group che ci aiuti a individuare le migliori azioni di sostenibilità da attuare nel prossimo triennio».  

Everel infatti ha creato un green team di otto risorse interne che si occupano del tema e coadiuvano la Governance nelle scelte al fine di renderle eticamente coerenti con gli obiettivi prefissati. «A partire dalla metà del 2020 Everel ha iniziato un percorso di rinnovamento ed ottimizzazione del suo parco di presse ad iniezione, introducendo sette nuove macchine a tecnologia ibrida con tonnellaggio che varia dai 90T ai 190T, in gran parte in sostituzione di presse idrauliche ormai molto datate» racconta Thomaz Zobele. 

LEGGI ANCHE Giornata mondiale della Terra, come sta il mondo?

«La movimentazione quasi completamente elettrica, l’accelerazione dei cicli di stampaggio e la forte riduzione della quantità d’olio necessaria per il funzionamento delle unità idrauliche rimanenti hanno comportato un vantaggio sostanziale nella riduzione dei consumi energetici di oltre il 30%» prosegue. «Inoltre si evitano tutte le operazioni di manutenzione dei circuiti idraulici e la conseguente necessità di sostituire periodicamente l’olio nei bacini di contenimento delle pompe, riducendo quindi fortemente la quantità d’olio esausto da smaltire. Infine lo sviluppo del motore BLDC trifase, iniziata tre anni fa in Everel ha messo a disposizione del mercato una famiglia di prodotti innovativi, interessanti per applicazioni professionali dove il cliente finale intenda proporre innovazione anche in termini di risparmio energetico».  

Ma sostenibilità non significa solo interventi a vantaggio dell’ambiente, bensì soprattutto una politica aziendale a tutto tondo, che unisca alla sostenibilità dei processi produttivi, la stessa attenzione dedicata al capitale umano che di tali processi è protagonista. E grazie all’idea e alla spinta innovatrice del green team di Everel, si è dato vita all’orto aziendale

«Da sempre in Everel curiamo la somministrazione dei pasti ai nostri dipendenti con un’attenzione particolare – ricorda Zobele – con menu bilanciati che garantiscano un nutrimento corretto e sempre salutare. Da quest’anno abbiamo dato via al progetto di orto aziendale, che sarà pienamente operativo dalla prossima estate. In pratica i dipendenti che vorranno, potranno coltivare un appezzamento di terreno. Una parte della terra è destinata alla coltivazione a metri zero e i frutti del lavoro verranno utilizzati per i menu ristorante aziendale».

«Per dare supporto abbiamo coinvolto una Cooperativa Sociale del territorio, che coordina soggetti socialmente svantaggiati per inserirli nel mondo del lavoro. Sono piccole gocce nel mare – conclude Zobele – ma grazie al lavoro del team dedicato siamo certi che il processo green della nostra azienda sia solo al punto di partenza».  

Everel ha partecipato nei giorni scorsi a un importante webinar organizzato da Welcome Adv, agenzia di marketing lombarda, durante il quale sono state presentate le politiche di sostenibilità attivate dall’azienda, nel segno di un’impresa innovativa che viva il tema del profitto accompagnato sempre ad una strategia di well being collettivo e di rispetto delle peculiarità delle risorse umane.  

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM