Europee: Lega primo partito, Pd stacca M5S

Boom della Lega di Matteo Salvini alle elezioni europee che si sono svolte ieri. Secondo dati non ancora definitivi, il partito del carroccio sarebbe in testa con il 34 per cento dei voti, staccando di oltre 10 punti il secondo partito, il Pd di Zingaretti. Crollo del M5S che arriva al 17 per cento. Salvini su Twitter: «Una sola parola: GRAZIE Italia!».

Le elezioni Europee vedono la Lega primo partito in Italia sopra il 34 per cento. Il Pd secondo partito al 22,78 per cento sopra M5s che si attesta intorno al 17 per cento. Fi tiene e Fratelli d’Italia supera la soglia del 6 per cento. «Chiedo un’accelerazione sul programma di governo. A livello nazionale non cambia nulla», ha detto il leader della Lega e vicepremier Matteo Salvini a Milano. «Siamo il primo partito in Italia, adesso si cambia in Europa», ha detto il leader della Lega, che ieri sera, poco prima di mezzanotte, aveva commentato i primi exit poll postando una sua foto con un cartello dove si legge “1° partito in Italia, grazie”.

«Molto soddisfatti per l’esito elettorale, la scelta della lista unitaria è stata vincente. Il bipolarismo è tornato a essere centrato sulla presenza del Pd», ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti. «Salvini emerge come vero leader di un governo immobile e pericoloso. Noi vogliamo costruire l’alternativa a Salvini per essere credibili in vista del voto politico. Il governo esce ancora più fragile per divisioni interne di fronte ai grandi appuntamenti che lo aspettano», ha commentato Zingaretti.

«Restiamo comunque ago della bilancia in questo governo. Da qui in avanti più attenzione ai territori», ha commentato invece il vicepremier e leader M5S Luigi Di Maio, «Siamo stati penalizzati dall’astensione, soprattutto al Sud, ma ora testa bassa e lavorare».

Secondo i dati del Viminale l’affluenza italiana alle urne è stata del 56,10 per cento, in calo rispetto al 58,69% della precedente consultazione di riferimento. (Ansa)