Era bicarbonato invece di cocaina: accoltella lo spacciatore

Accoltella un 23enne nel piazzale della stazione di Verona Porta Nuova, ma viene subito rintracciato dalla Polizia. Identificato un 29enne che aveva acquistato una dose di "cocaina", rivelatasi bicarbonato.

Accoltellamento piazzale stazione porta nuova polizia moto

Gli aveva venduto, il giorno prima, una dose di bicarbonato spacciandola per cocaina. Questa, secondo le dichiarazioni dell’aggressore, la motivazione della violenta lite verificatasi, ieri pomeriggio, nei pressi del chiosco kebab di piazzale XXV aprile, davanti alla stazione di Verona Porta Nuova.

L’accesa discussione, iniziata intorno alle 13, è sfociata in una vera propria zuffa tra i due connazionali – entrambi cittadini marocchini, l’uno di 29 e l’altro di 23 anni – dalla quale il più giovane è uscito con una ferita da arma da taglio sulla spalla.

La vittima, raggiunta dagli agenti dopo la segnalazione di un testimone oculare al 113, è stata trovata vicino alle pensiline degli autobus, sanguinante. Le dichiarazioni raccolte nell’immediato, avvalorate dalla narrazione di un passante che aveva assistito alla lite, ha consentito non solo di ricostruire la dinamica dei fatti, ma anche di rintracciare subito l’aggressore, trovato dagli equipaggi Nibbio della Polizia di Stato dietro il Tempio Votivo.

LEGGI ANCHE: Verona rinasce dalla cultura, dal vino e dai motori

Il ventinovenne – che ha confermato verbalmente le proprie responsabilità – è stato, dunque, messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, nella mattinata odierna, rilevati a suo carico gravi indizi di colpevolezza in merito all’accaduto, ha disposto l’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria.

La vittima dell’aggressione è stata, invece, dimessa, nel tardo pomeriggio di ieri, dal Pronto Soccorso di Borgo Roma con una prognosi di 15 giorni.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM