Era a Verona nonostante il divieto di dimora, ora va in carcere

I carabinieri della Compagnia di Verona, nella tarda serata di ieri, hanno rintracciato un noto spacciatore che, dopo aver violato più volte il divieto di dimora nella provincia di Verona, era stato destinato alla custodia in carcere.

carabinieri spacciatore

I carabinieri della Compagnia di Verona, nella tarda serata di ieri, lunedì 10 agosto, hanno rintracciato un noto spacciatore che, dopo aver violato più volte il divieto di dimora nella provincia di Verona, era stato destinato alla custodia in carcere.

Il provvedimento del divieto di dimora era stato emesso nei confronti di K.S., 32enne di nazionalità tunisina, senza fissa dimora, il 18 giugno scorso dal Tribunale di Verona a seguito di un arresto per spaccio di eroina.

Ricercato da alcuni giorni dagli equipaggi della Sezione Radiomobile, nel pomeriggio di ieri è stato visto da un carabiniere libero dal servizio che ha allertato i colleghi al 112. L’imputato, in sella alla sua bicicletta, accortosi di essere seguito da una persona in borghese, ha tentato di dileguarsi, ma l’immediato intervento congiunto della gazzella e del carabiniere che non lo ha perso di vista hanno permesso di bloccarlo e condurlo in questi uffici. Terminate le formalità di rito lo spacciatore è stato portato in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.