Emergenza in Toscana, gli alpini veronesi in prima linea

Luca Brandiele, coordinatore della Protezione Civile di ANA Verona, è intervenuto ai nostri microfoni per fare il punto della situazione in Toscana e in linea generale dei fenomeni metereologici che stanno attraversando l’Italia intera.

alluvione toscana
L'alluvione in Toscana. Foto d'archivio
New call-to-action

I dissesti idrogeologici e i cambiamenti climatici mettono a dura prova i territori italiani, come hanno dimostrato le gravi ondate di maltempo che nell’ultimo anno hanno colpito prima l’Emilia Romagna e poi la Toscana. Luca Brandiele, coordinatore della Protezione Civile di ANA Verona, è intervenuto ai nostri microfoni per fare il punto sulla situazione in Toscana e in linea generale sui fenomeni metereologici che stanno attraversando l’Italia intera.

Anche in Toscana avete risposto tempestivamente, corretto?

Certo. Siamo partiti nell’immediato, all’indomani dell’evento. Siamo partiti con un ventidue persone e adesso stiamo dando ulteriori rinforzi, siamo già al terzo turno con un avvicendamento di dodici volontari per turno, quindi siamo già a più di cinquanta persone coinvolte. Saremo qui fino a cessata emergenza.

LEGGI ANCHE: Allerta arancione PM10: martedì e mercoledì stop ai diesel Euro 5

Che tipo di situazione avete trovato?

I nostri volontari ci segnalano numerosi interventi per allagamenti. Siamo partiti subito con la prima colonna mobile all’indomani mattina dell’evento, e siamo intervenuti con l’alto pompaggio da seimila litri per cercare di abbassare l’acqua all’interno dei paesi. Dopodiché, una volta ripristinata la rete principale, la seconda parte è stata quella delle svuotamento delle abitazioni per poter aiutare le persone a svuotare case e cantine.

Voi siete abituati ad intervenire in questi contesti: bisogna anche saper un po’ consolare queste persone, in queste situazioni veramente drammatiche…

Sì, forse riescono a trovare a vedere nella nostra figura quel piccolo supporto che in una primissima fase può portarli a superare il primo momento. Per noi non è facile, l’aspetto psicologico è fondamentale. Noi cerchiamo di portare un po’ di consolazione e supporto.

Gli interventi negli ultimi anni si sono un po’ intensificati. C’è tanta preparazione e formazione dietro, immagino…

Le nostre squadre e sono attrezzate, formate e costantemente abbiamo degli aggiornamenti. Siamo in continua evoluzione e ci teniamo sempre al passo con i brevetti e patentini vari per le movimentazioni. Facciamo esercitazioni anche per l’idrogeologico e formiamo sempre le nuove leve.

Guarda la puntata completa di Squadra che vince

LEGGI ANCHE: Grezzanella, a Villafranca partono i lavori per completare l’arteria

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM