Elezioni Verona, liste chiuse: si presentano programmi e candidati

Presentate le liste per le elezioni amministrative a Verona: sono 26, collegate a sei candidati. Si vota il 12 giugno, ballottaggio previsto per il 26.

Paola Barollo, Anna Sautto, Federico Sbarina, Damiano Tommasi, Flavio Sboarina, Alberto Zelger
In ordine alfabetico: Paola Barollo, Anna Sautto, Federico Sboarina, Damiano Tommasi, Flavio Tosi, Alberto Zelger

Elezioni Verona 2022, ecco le liste

Si sono chiusi sabato i termini per le presentazioni delle liste in vista delle prossime elezioni amministrative. A Verona anche una piccola sorpresa: un sesto nome, quello di Paola Barollo, di cui non era fin qui nota la candidatura. Sono infatti sei i candidati, con 26 liste collegate in totale. La tosiana Ama Verona ha fatto sapere di essere stata la prima a consegnare firme e documenti.

Le liste sono nove per Flavio Tosi, sei per Federico Sboarina e Damiano Tommasi, tre per Alberto Zelger e una a testa per Anna Sautto e Paola Barollo.

L’ex sindaco Flavio Tosi è sostenuto da Ama Verona, Csu Veneta, Fare!, Forza Italia, Lista Tosi, Movimento difesa sociale, Pensionati Veneti, Prima Verona, Tosi c’è.

Il sindaco uscente Federico Sboarina è sostenuto da Fratelli d’Italia, Lega, Sboarina Sindaco-Battiti, Veneta Autonomia-Noi con l’Italia, Verona al centro, Verona Domani-Coraggio Italia.

Damiano Tommasi ha nel suo schieramento: Azione-Più Europa, Damiano Tommasi Sindaco, Europa Verde-Demos-Volt, In Comune per Verona-Sinistra civica ecologista, Partito Democratico, Traguardi.

Con Alberto Zelger ci sono: Il popolo della famiglia, Verona per la libertà, Zelger Sindaco-Libertà nelle scelte.

La lista di Anna Sautto è 3V Verità Libertà e quella di Paola Barollo è Costituzione Verona Libero Pensiero.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE E LE INTERVISTE
SULLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE A VERONA
DI GIUGNO 2022

Tanti appuntamenti con le liste e i candidati in questi giorni

Continuano a susseguirsi in questi giorni le presentazioni di liste, programmi e candidati. Domani, lunedì 16 maggio, alle 11 in piazza San Zeno, si presenta le liste in consiglio comunale e nelle circoscrizioni del Partito Democratico, con il segretario cittadino Luigi Ugoli, quello provinciale Maurizio Facincani, quello organizzativo Giuseppe Mazza e il candidato Damiano Tommasi.

Sempre con Tommasi, domani alle 15.40 nella sede di Rete! in via Faccio 25/b, arriva il segretario di Azione Carlo Calenda, insieme ai segretari regionale e provinciale Marco Garbin e Marco Wallner.

LEGGI ANCHE: Paternoster (Lega): «Da studiare le ragioni del disastro annunciato»

Sempre domani, alle 19.30, a parco Ottocento, Verona Domani presenterà ufficialmente i candidati, alla presenza dei leader del movimento Matteo Gasparato e Stefano Casali, del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro (visto l’apparentamento con Coraggio Italia), del senatore Antonio De Poli e del candidato Federico Sboarina.

Ieri si sono presentati i candidati di Veneta Autonomia e Noi con l’Italia, due partiti accorpati in una lista per Federico Sboarina. Con Sboarina anche la Lega, che sta presentando i candidati: in questi ultimi giorni Francesca Toffali, Nicolò Zavarise, Laura Bocchi e Andrea Velardi. In vista della Giornata della Famiglia, oggi, anche Verona al centro aveva presentato le proprie proposte sul tema.

Alberto Zelger ha accusato Confindustria di fare differenze fra i candidati in corsa, avendo invitato solo i tre più noti all’incontro organizzato per i propri associati.

LEGGI ANCHE: Damiano Tommasi, la partita perfetta

La “sorpresa” Paola Barollo

La candidata Paola Barollo, che non aveva diffuso pubblicamente fino a ieri la propria decisione, ha scritto su Facebook: «Amici, se vi state domandando perché mi sono candidata – un interrogativo più che lecito, dopotutto c’è senz’altro chi si chiede chi me lo fa fare, date le mie condizioni – sappiate che è la stessa domanda che mi sono fatta per settimane, me la sto facendo tutt’ora e, credo, me la farò anche in futuro. Dunque non esiste risposta? No, non è vero, voglio solo dire che non è una risposta unica, che può essere racchiusa in una frase, in un commento. Mi piacerebbe ma non è così».

«Molte sono le “scatole” dove potrei infilare i miei singoli pensieri, immaginando che ognuna contenga la risposta giusta: il destino che mi ha fatto incontrare persone affini nelle mie convinzioni; il desiderio di “fare”, davvero, e non solo “dire”; la certezza che è adesso il momento di cambiare e la presunzione di poter contribuire a questo cambiamento; forse, anche il chiedermi fino a dove possono portarmi le mie ruote e le mie braccia (un detto zen dice che ogni viaggio di mille miglia inizia con un singolo passo, ecco, applicatelo a me!).
Cari amici, tutte risposte corrette ma, in fin dei conti, quello che vorrei davvero è aprire queste scatole insieme a voi e liberarne i pensieri…».

LEGGI ANCHE: Tommasi: «Tocca a noi ora amministrare coi fatti»

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?👉 È GRATUITO!👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv