Elezioni Sardegna: si dimette il sindaco di Sassari

Si sono dimessi dalle loro cariche il sindaco di Sassari Nicola Sanna (Pd) e l’assessore ai Lavori pubblici Ottavio Sanna (Partito dei Sardi), a seguito dei risultati delle elezioni regionali di domenica. Il sindaco ha parlato di “svolta storica per il popolo sardo”.

Terremoto post elettorale nel Comune di Sassari. Dopo i risultati delle regionali, che hanno visto trionfare il candidato del centrodestra, Christian Solinas, si sono dimessi il sindaco Nicola Sanna, che era candidato con il Pd e l’assessore ai Lavori pubblici Ottavio Sanna, in lizza con Partito dei Sardi, entrambi ‘bocciati’ dagli elettori.

“Le elezioni di domenica – commenta il sindaco – rappresentano una svolta storica per il popolo sardo. Le politiche nazionaliste e più reazionarie promosse dalla Lega Nord hanno trovato proseliti presso un quarto degli elettori sardi e un’altra metà circa non è più interessata alla partecipazione politica e democratica”. Anche per l’assessore Sanna un addio dettato dalla delusione per l’esito del voto: era candidato nella circoscrizione di Sassari con il PdS che non ha superato lo sbarramento del 5% e quindi non ha ottenuto nessun seggio nel Consiglio regionale. ”Ringrazio chi mi ha votato credendo in me e nella mia proposta. Evidentemente il lavoro fatto in questi anni non è servito ad avere il giusto riconoscimento”, ha commentato. (Ansa)