Elezioni Basilicata, vince il centrodestra con Bardi

Elezioni Basilicata Vito Bardi

I dati, anche se non ancora completi, consegnano la vittoria delle elezioni regionali della Basilicata a Vito Bardi, candidato sostenuto dal centrodestra unito (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia).

Vito Bardi (Centrodestra) è il nuovo Presidente della Regione Basilicata: è stato eletto con 124.716 voti, pari al 42,2%. Lo scrutinio è terminato poco fa. Al secondo posto Carlo Trerotola (Centrosinistra; con 97.866 voti, pari al 33,11%), poi Antonio Mattia (M5S; con 60.070 voti pari al 20,32) e Valerio Tramutoli (Basilicata possibile; con 12.912 pari al 4,37%). Primo partito il M5S con il 20,27%, seguito da Lega (19,15%) e Forza Italia (9,15%).

«Abbiamo scritto la storia». Sono le prime parole pronunciate davanti ad un folto gruppo di giornalisti da Vito Bardi. «La Basilicata – ha aggiunto Bardi – è pronta per il cambiamento. Il centrodestra ha scelto la via del riscatto. Sono emozionato come lucano e onorato come uomo delle istituzioni».

«Chiamerò Berlusconi, Salvini e Meloni per fare una grande festa», ha annunciato poi Bardi. «È finita una campagna elettorale che è stata un’esperienza fantastica in una regione bellissima». «Al primo posto dell’agenda c’è il lavoro», ha ricordato Bardi. «I giovani saranno presenti e dovranno avere opportunità in questa terra. La Regione è di tutti e io – ha aggiunto, fra gli applausi dei suoi sostenitori – sarò il presidente di tutti. Trasparenza, meritocrazia e legalità – ha concluso Bardi – saranno al centro».

È stata del 53,58% l’affluenza definitiva alle urne, secondo i dati comunicati sul sito del Viminale. Si tratta di un dato in crescita rispetto alle precedenti regionali del novembre 2013 quando l’affluenza è stata del 47,60%. Ma in quell’occasione si votava in due giorni: domenica e lunedì. Nella provincia di Potenza la quota di votanti è stata del 52,40%. Più alta in quella di Matera (56,22%).

«Grazie! La Lega in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata! 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l’Europa». Lo scrive su Facebook il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini.

«Considerando il vero tracollo di Pd (che perde ben 16 punti rispetto al 2013) e Forza Italia – afferma Luigi Di Maio, capo politico di M5S, su Facebook -, se andassimo al voto alle elezioni politiche domani potremmo anche rivincere in quella regione, visto che non esisterebbero le miriadi di liste civetta che hanno assorbito centinaia di voti soprattutto nei Comuni di provincia. I giornali sono liberi di scrivere ciò che credono; quel che conta è che il MoVimento, oggi, è più forte di prima in Basilicata: passa dall’8% delle regionali 2013 a oltre il 20% di oggi. E questa non è la nostra storia, è la realtà!». (Ansa)