Elezioni 2022, Bertucco: «Una situazione imbarazzante per il sindaco»

Forza Italia sembra sostenere il candidato sindaco Flavio Tosi alle prossime elezioni. Una candidatura che ha fatto discutere. A dire la sua opinione nel corso dell'ultima puntata di Verona Economia, anche Michele Bertucco, consigliere di Verona e sinistra in Comune.

Michele Bertucco, consigliere comunale di Verona
Michele Bertucco

Elezioni, Bertucco: «Una situazione imbarazzante per il sindaco»

Forza Italia sembra sostenere il candidato sindaco Flavio Tosi alle prossime elezioni. Una candidatura e un sostegno di cui si parlava da tempo ma che in questi giorni è diventato quasi ufficiale. Il fatto è stato subito commentato anche dal consigliere di Verona e sinistra in comune Michele Bertucco. Proprio con quest’ultimo ne abbiamo parlato nel corso dell’ultima puntata di Verona Economia Live.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Alla luce di questa notizia lei è tornato a richiamare il sindaco a una presa di posizione. Giusto?

Da sempre il sindaco viene attaccato, in modo particolare negli ultimi mesi da parte della Lega. Poi è stato attaccato da Verona Domani. Verona ha accusato Zaia con la nomina di Stefano Casali presidente di Agcom e il sindaco è stato messo sotto scacco. Una situazione imbarazzante, dove il sindaco ad oggi non risulta ricandidato ed è in difficoltà con la sua maggioranza. Forza Italia è sempre stata trattata un po’ uno zerbino da parte del sindaco di questa amministrazione. Voglio ricordare che il gruppo di Forza Italia attualmente in consiglio comunale è composto dai fuoriusciti della lista del sindaco. Si tratta di una situazione che normalmente sarebbe imbarazzante. Un sindaco dovrebbe anche trarne le conseguenze ma a quanto sembra non lo vuole fare.

Era plausibile insomma che ci fosse un avvicinamento da parte di Forza Italia almeno a livello provinciale, viste proprio le tensioni degli scorsi mesi e delle tensioni tra il coordinatore Claudio Melotti e lo stesso sindaco. Quindi non è di fatto una sorpresa ciò che è emerso lunedì dal Consiglio provinciale?

Assolutamente no. Le tensioni sono presenti da tempo. Quest’amministrazione non ha cercato nessun dialogo con Forza Italia, anzi. Anche nelle ultime elezioni provinciali l’amministrazione ha lavorato per escludere Forza Italia dalla maggioranza. E in questo caso Forza Italia ha preso altre decisioni; ora c’è un rapporto con l’ex sindaco Tosi per esempio. Non è quindi una sorpresa, però logicamente questo mette ulteriormente in difficoltà il sindaco.

Prima di passare in casa vostra, nel centrosinistra, rimaniamo ancora in casa d’altri nel centrodestra. Lei ha parlato della Lega. A questo punto ogni decisione dovrà essere valutata molto attentamente, perché basta poco per spostare gli equilibri in maniera importante.

Sì, perché se si sposta anche la Lega, decidendo di correre da sola, si rischia di andare a favorire l’ex sindaco Flavio Tosi. Poi parliamo anche del fatto che la Lega a Verona non ha mai preso molto, è rimasta sempre ben al di sotto del 10%. Poi le cose possono sempre cambiare, non si sa mai.

Damiano Tommasi ha sciolto finalmente la riserva e ha deciso di candidarsi, portando avanti le istanze di tutto il centrosinistra di cui lei fa parte. Avete trovato una quadra e un filo conduttore all’interno di questo candidato?

Sì, c’è stata questa disponibilità da parte di Damiano Tommasi e da parte del centrosinistra. C’è stata una convergenza su questo nome. D’altra parte siamo di fronte a 15 anni di fallimenti del centrodestra che non è riuscito a produrre nulla.

Guarda l’intervista su RadioAdige.tv

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv