Edilizia, patto formativo tra Regione Veneto e Ance

L’accordo per sviluppare nuove professioni e aggiornare competenze del settore. Giovedì 16 maggio a Treviso la firma nel cantiere “Cà delle Alzaie” progettato dall’architetto Stefano Boeri.

Regione Veneto e Associazione nazionale dei costruttori edili sottoscrivono un accordo formativo per qualificare nuove figure professionali e aggiornare le competenze di quanti operano nel settore dell’edilizia. Giovedì 16 maggio l’assessore regionale alla formazione e al lavoro Elena Donazzan, su delega del presidente del Veneto, e il presidente di Ance Veneto Giovanni Salmistrari firmeranno a Treviso il nuovo protocollo di intesa. L’impegno per i due enti è di cofinanziare corsi di formazione e di aggiornamento in collaborazione con le scuole edili presenti in Veneto.

Bio-edilizia, ottimizzazione energetica, green building, rigenerazione urbana e manutenzion. Questi i nuovi ambiti di sviluppo del comparto delle costruzioni che sta vivendo oggi, dopo la grave crisi del 2008, un nuovo ciclo di sviluppo.

Indicativa del nuovo corso del comparto è la sede scelta per la firma. Si terrà nel cantiere “Cà delle Alzaie” nei pressi delle rive del Sile, dove il gruppo Cazzaro Costruzioni sta realizzando il complesso residenziale progettato dell’architetto Stefano Boeri. Al posto del precedente insediamento produttivo dismesso da anni stanno sorgendo abitazioni pensate come unità di ‘riforestazione urbana’, secondo il modello del ‘bosco verticale’.

Prima della firma del protocollo Regione-Ance (ore 12) la visita al cantiere “Cà delle Alzaie”. Seguirà poi, alle ore 13.30, la visita al cantiere di Signoressa di Trevignano, campo base del gruppo di imprese che sta realizzando la Superstrada Pedemontana Veneta.

La firma del protocollo e la visita ai due cantieri rientrano nella giornata conclusiva del progetto “Alterniamoci tra scuola e azienda per un’edilizia sostenibile”, organizzata presso la Scuola professionale edile a Treviso. Invito dunque esteso a tutti gli studenti delle scuole edili, dei centri di formazione professionale e le aziende del settore coinvolte in percorsi di alternanza.