È morto Alberto Bauli

È morto oggi a Verona Alberto Bauli. L'ingegner Bauli avrebbe compiuto 80 anni il 5 settembre. Per 25 anni è stato alla guida dell'azienda di famiglia.

ALBERTO BAULI

È morto oggi a Verona Alberto Bauli. L’ingegner Bauli avrebbe compiuto 80 anni il 5 settembre e per oltre 25 anni è stato presidente del gruppo dolciario fondato nel 1922 dal padre Ruggero, ora con sede a Castel d’Azzano, leader italiano nella produzione di pandori e dolci da ricorrenza.

L’azienda sotto la sua guida nel 2006 ha acquisito il biscottificio trevigiano Doria, nel 2009 ha rilevato da Nestlè i prodotti da forno commercializzati con i marchi Motta e Alemagna nel sito di San Martino Buon Albergo e nel 2013 la Bistefani di Casale Monferrato (Alessandria). Alberto Bauli è stato per alcuni anni anche consigliere del Banco Popolare, ricoprendo la carica di presidente della Banca Popolare di Verona. (Ansa)

«Oggi Verona ha perso un capace capitano d’industria e un banchiere illuminato» dice il sindaco di Verona Federico Sboarina. «La scomparsa di Alberto Bauli è una notizia che colpisce perché il suo nome sta di diritto nell’albo d’oro cittadino, con coloro che hanno reso grande la nostra città. Con lui, l’azienda fondata dal padre è diventata un colosso, portando il nome di Verona nelle case di milioni di consumatori. La società è una delle eccellenze cittadine per creazione di valore e occupazione».

«Questa grande sapienza, Alberto Bauli l’ha saputa trasportare anche nell’allora Banca Popolare. Ho un ricordo nitido del presidente Bauli, quando da assessore allo Sport ci incontravamo agli eventi che la banca sosteneva. La città di Verona gli deve molto e non lo dimenticherà perché ha fatto un pezzo della nostra storia industriale. Alla moglie, ai figli e ai parenti, le mie sentite condoglianze e quelle di tutti i veronesi» conclude Sboarina.

«Con la scomparsa dell’ingegner Alberto Bauli, il Veneto ha perso oggi un messaggero delle nostre tradizioni e del valore della nostra imprenditoria». Ricorda così, il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, l’imprenditore di Verona scomparso oggi.

«Con Alberto Bauli perdiamo un altro veneto che ha saputo guardare con successo oltre i confini della sua realtà» aggiunge Zaia. «Penso che con Bauli – conclude il Governatore – il Veneto saluta uno di quei personaggi che con lavoro, passione e attaccamento alla propria terra lo hanno fatto grande. A lui invio un pensiero ed esprimo le mie più sentite condoglianze ai familiari».

«Oggi si è spento uno dei pilastri dell’economia veronese. Pochi hanno saputo, come lui, interpretare i tempi e scommettere sul futuro. Alberto Bauli apparteneva a quella generazione capace di rappresentare la capacità di un territorio e di fare in senso positivo un sistema Verona. Qualcosa che si va sempre più purtroppo perdendo nella nostra città» così Orietta Salemi, consigliera regionale di Italia Viva.

Massimo Giorgetti, di Fratelli d’Italia, vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto: «Alberto Bauli è stato uno dei protagonisti dell’imprenditoria veneta e dell’ascesa della storica azienda dolciaria veronese. La sua è stata una vita fatta di lavoro, famiglia e impegno senza mai apparire. Tra le famiglie che hanno costruito la storia di Verona c’è senz’altro la sua e tutti noi non possiamo che essergli grati».

Ad unirsi al cordoglio anche la deputata M5S e presidente della commissione Giustizia della Camera, Francesca Businarolo: «La morte di Alberto Bauli, a lungo a capo della storica azienda dolciaria, è una notizia che segna tutta la comunità veronese. Per un quarto di secolo, Bauli ha gestito l’industria di famiglia, facendola crescere, difendendone l’indipendenza e, con essa, il lavoro dei suoi dipendenti. A tutti i familiari le più sentite condoglianze».

«La scomparsa dell’ingegner Bauli è una triste notizia, che ci addolora profondamente. Ci lascia un imprenditore e uomo d’azienda che ha segnato la storia industriale del nostro territorio, il cui nome è legato a un simbolo della nostra tradizione dolciaria, il pandoro, che ha contribuito a far conoscere in tutto il mondo. Il nostro pensiero e le nostre condoglianze ai familiari» ha detto il deputato e segretario della Liga Veneta Lorenzo Fontana.